A Velletri possibile rateizzare le rette pregresse della mensa scolastica

La Giunta approva una delibera che va incontro alle richieste delle famiglie in difficoltà.

La Giunta ha deliberato la rateizzazione delle rette scolastiche pregresse con una delibera approvata nella mattina di venerdì 29 settembre ponendo fine all’ansia delle famiglie in difficoltà che potranno così iscrivere i propri figli al servizio della mensa scolastica che inizia lunedì prossimo.

La vicenda ha interessato circa 250 famiglie che per diversi motivi erano rimaste attardate nel pagamento della retta e in virtù del regolamento comunale nonché delle norme in materia sarebbe stato impossibile far iscrivere per l’anno in corso.

Una rigidità burocratica ha ritardato l’avvio dell’iter della rateizzazione, ipotesi prospettata da diversi mesi dallo stesso assessore alla Pubblica istruzione Luca Masi che si è adoperato, con il sostegno fattivo del sindaco Fausto Servadio, a emanare il provvedimento che consente la rateizzazione e dunque la possibilità di superare il momento di difficoltà per molte famiglie.

È bene ricordare tuttavia che le famiglie erano già state informate da mesi con ripetuti solleciti, la mensa non è obbligatoria e il Comune non può fronteggiare spese per servizi individuali come più volte ribadito anche dalla Corte dei Conti.

«Una decisione sofferta – dichiara l’assessore Luca Masi – che offre l’ultima possibilità alle famiglie in difficoltà, proponiamo di rateizzare il debito in dodici rate che dovranno essere pagate contestualmente con la retta corrente. Ricordo a quanti utilizzeranno questa opportunità che si tratta di un provvedimento straordinario e una tantum, dunque non ripetibile nel rispetto dell’equità che pure abbiamo il dovere di garantire nei confronti della maggioranza delle famiglie che pagano regolarmente. Noi abbiamo fatto il possibile per dare a tutti i bambini le stesse possibilità, ci aspettiamo un’analoga fermezza da parte delle famiglie coinvolte. Si tratta di un patto impegnativo, chi sottoscrive la rateizzazione sa bene che in caso di inadempimento ulteriore vedrà la revoca del servizio, dunque invito a ponderare bene la decisione per evitare che i bambini abbiano conseguenze negative che in tal caso ricadranno esclusivamente sulla famiglia alla quale spetta la funzione educativa».

Il provvedimento è immediatamente operativo, sul portale del Comune di Velletri è possibile reperire il modulo che va sottoscritto presso l’ufficio pubblica istruzione già da lunedì mattina.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*