Rocca di Papa – Celebrati i 60 anni di “Mondo Migliore”

Nel pomeriggio del 9 ottobre, presso la struttura di “Mondo Migliore” si è tenuta la celebrazione del 60° anniversario della struttura. Tra i numerosi ospiti anche diversi nomi illustri, come il cardinale e arcivescovo Angelo Sodano, il viceministro degli Interni Filippo Bubbico, l’ex sottosegretario Gianni Letta, il vescovo di Tursi-Lagonegro Vincenzo Orofino, il vescovo Guerino Di Tora (presidente della Commissione episcopale per le Migrazioni e della fondazione internazionale Migrantes) e molti altri esponenti del mondo clericale.

 

mondo migliore rocca di papa A riceverli c’erano Angelo Chiorazzo, presidente della cooperativa Auxilium, il direttore del centro Domenico Alagia, il sindaco di Rocca di Papa Emanuele Crestini (accompagnato da una nutrita delegazione dell’Amministrazione Comunale), il vescovo di Frascati Raffaello Martinelli, il vicequestore Mario Gagliardi, il comandante dei Carabinieri di Rocca di Papa Giovanni De Fabrizio e il comandante dei Carabinieri di Frascati Melissa Sipala.

La celebrazione è cominciata con l’inaugurazione di una
mostra fotografica di Ilaria Prili. Le immagini catturate raccontano le storie dei rifugiati ospitati nel centro di accoglienza di Mondo Migliore. Successivamente, l’evento si è spostato in aula magna, dove alla presenza degli ospiti della struttura e delle autorità presenti, è stato proiettato un breve video di repertorio che ha testimoniato l’inaugurazione di Mondo Migliore, occasione in cui papa Pio XII ha partecipato. Ha preso poi la parola uno degli ospiti del centro, Paolo, che ha raccontato la toccante storia del suo tortuoso e duro viaggio che lo ha condotto fino in Italia. Paolo è anche uno dei ragazzi che ha partecipato, negli scorsi giorni, alle operazioni di pulizia del centro storico di Rocca di Papa.
 
È il caso di ricordare che Mondo Migliore è nato nel 1956 come Centro di Spiritualità, voluto fortemente da Padre Riccardo Lombardi e Padre Virginio Rotondi. Per decenni ha ospitato centinaia di convegni, incontri, seminari e iniziative di livello internazionale. In questi ultimi anni è rimasto chiuso, ma da pochi mesi (da giugno) è stato individuato dalla Prefettura come centro di accoglienza per i rifugiati provenienti da tutto il mondo. Il tutto è gestito dalla Cooperativa San Filippo Neri e dalla Cooperativa Auxilium, realtà che da tempo sono impegnate nel settore e sono riconosciute nel settore come eccellenze.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*