F&D H2O, parla il presidente Francesco Perillo

Viste le numerose “voci di corridoio” che si sono succedute negli ultimi giorni, ritengo doveroso comunicare la nostra posizione definitiva sulla possibilità di un inserimento “last minute” della mia squadra nel prossimo campionato di A1.

pallanuoto f&dDopo che la FIN ci ha offerto l’opportunità del ripescaggio, io e il mio staff ci siamo spesi fino all’ultimo delle nostre energie per realizzare l’impossibile visto che, organizzare un campionato di A1 in poco più di 48 ore, non è cosa da poco.  Mi sento di ringraziare il presidente Paolo Barelli, il CT Fabio Conti, e tutta la Federazione che in poche ore ci hanno aiutato nel reperimento del campo gara e di spazi di  allenamenti idonei alla disputa della A1. Purtroppo, lì dove abbiamo risolto in fretta degli importanti intoppi logistici, non siamo stati altrettanto efficaci nell’allestire in tempi record un roster che ci avesse permesso di non fare la vittima sacrificale di stagione.

Ho contattato personalmente un numero enorme di giocatrici ma, con nessuna di loro, sono riuscito a trovare immediatamente un punto di incontro. Il tempo, in questo, è stato tiranno. E sono consapevole che prendere la decisione di cambiare vita da un’ora ad un’altra non è cosa semplice per nessuno, soprattutto se si pensa che da questo sport non ci si può guadagnare da vivere. Non ho pertanto nessun rammarico di fronte ai “no” che ho ricevuto che ritengo sicuramente giustificabili. Noi ce l’abbiamo messa davvero tutta, anche in previsione di modificare sensibilmente il budget di stagione. Ma vista la mancanza di valide alternative da inserire in rosa, con grande rammarico, siamo stati costretto a declinare ufficialmente l’invito, ringraziando davvero di cuore per averci offerto l’opportunità di un salto nella massima serie di pallanuoto.

Il presidente di F&D H2O

Francesco Perillo

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*