Nel corso dell’ultima seduta consiliare approvato a Lariano il bilancio consolidato 2016

Nell’ultima seduta consiliare di Lariano di fine settembre è stato approvato il bilancio consolidato 2016. il punto era in discussione proprio all’inizio di seduta e ad illustrarlo il sindaco Maurizio Caliciotti.

lariano consiglio comunale“È un fatto innovativo ed è un adempimento di legge che dobbiamo fare- ha affermato il primo cittadino di Lariano- introdotto per noi per la prima volta quest’anno per il bilancio consolidato del 2016. Questo è per dare possibilità ai consigli comunali di avere sotto controllo tutta la situazione generale di quelle che sono non soltanto i conti del Comune ma anche le partecipate. Ben inteso tutto questo, entro i limiti che la cosa ci può interessare. Noi come partecipate abbiamo la Volsca con il 6 per cento e poi siamo soci di Acea, ATO 2 Spa per lo 0,0000286. In poche parole abbiamo 10 euro su circa 400 milioni di capitale sociale. Questa è un po’ la partecipazione che abbiamo in Acea. Non soltanto noi ma tutti i comuni della provincia hanno solo 10 euro. I dati riepilogano le evidenze contabili che intersecate tra la parte da consolidare relativa alla Volsca e i nostri conti di bilancio, andando a sintetizzare il tutto abbiamo un attivo patrimoniale di 35.901.392,60, ma quello che più è significativo è l’entità del patrimonio netto che è di 26.500.767,50. Patrimonio netto che, soltanto così tanto per enunciare, è lo sbilancio tra l’attivo e il passivo dell’ente. L’attivo è rappresentato cioè dai beni immobili, dai crediti e da tutti i beni immateriali e materiali e questo è in buona sostanza il compendio di questo. C’è invece la parte economica pure che si consolida che sono i costi e i ricavi. Costi e ricavi che vedono uno sbilancio negativo di 641.000 euro. Questa è la situazione reale e concreta del nostro bilancio, che per quanto in miglioramento non c’abbiamo altri sbocchi, ossia l’unica cosa sono l’incremento delle entrate per poter pareggiare i costi che sosteniamo o diversamente per eliminarli dobbiamo ridurre i costi. Quali costi tagliare poi ognuno potrà essere nella condizione di dare suggerimenti per poter pareggiare o diversamente vedere cosa fare.

Questa è la situazione che – ripeto – ancorché in miglioramento rimane comunque un fatto che se fossimo un’azienda privata non chiudiamo i conti in pareggio, cioè nella parte economica. Abbiamo il parere favorevole del revisore dei conti al quale è stato sottoposto. La vedo comunque una situazione abbastanza positiva e florida perché non credo ci siano Comuni che chiudono in attivo tra costi e ricavi. Il nostro è un disavanzo economico ma è un disavanzo abbastanza contenuto rispetto ad altre situazioni”. Sul punto ci sono stati gli interventi dei vari gruppi consiliari. Il punto è stato approvato con i voti della maggioranza Prima Lariano e voti contrari dei consiglieri di opposizione Montecuollo, Verri, Cafarotti, Romaggioli. Al secondo punto la revisione delle partecipate con ricognizione delle azioni possedute. Si è preso atto che il Comune di Lariano è socio di Volsca per il 6% e socio di Acea Ato 2 per lo 0.000286 punto che ha visto 12 voti favorevoli della maggioranza e 4 voti contrari dei consiglieri di opposizione. Altro punto importante è stato l’affidamento del servizio di tesoreria comunale per il periodo 1 gennaio 2018-31-12-2022.  Si è proposto alla votazione lo schema di votazione per il servizio di tesoreria comunale. La gara per l’affidamento del servizio sarà tramite procedura aperta. Il consigliere Sabrina Verri del gruppo Movimento per Lariano ha espresso il suo voto contrario in quanto” nonostante le spiegazioni ricevute dal sindaco sul documento e sulla richiesta della gara, noi non abbiamo potuto collaborare in alcun modo al redigere lo schema”.

Il consigliere Tiziana Cafarotti del gruppo Insieme Per Cambiare nell’intervento: “Ringrazio la dott.ssa Biondi responsabile del Servizio Economato del Comune, e il sindaco Caliciotti per averci entrambi illustrato la situazione. Siamo d’accordo sulla procedura ad evidenza pubblica. Però riteniamo necessario che si venga coinvolti nella discussione di tali temi con l’utilizzo delle commissioni consiliari”. Il vicesindaco Claudio Crocetta:” Si tratta di un affidamento di un servizio di tesoreria ed andiamo ad approvare uno schema di convenzione e delle direttive. E’ un atto che è stato preparato dagli uffici, quindi noi non siamo intervenuti per mettere qualcosa. Per quanto riguarda le commissioni consiliari, prendiamo atto di questa cosa e ci impegneremo il prima possibile ad istituirle. Devo dire, che ieri la riunione dei capigruppo è stata proficua e penso che parecchi dubbi che voi consiglieri avevate sono stati chiariti e i vari punti sviscerati nel migliore dei modi”. Punto approvato con 11 voti a favore e 4 contrari (Montecuollo, Verri, Cafarotti, Romaggioli. Il consiglio ha infine al quarto punto presentato le linee programmatiche relative alle azioni e progetti da realizzare durante il mandato e si è chiusa la seduta consiliare.

Alessandro De Angelis

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*