Il Provveditore dell’Amministrazione Penitenziaria per il Lazio – Abruzzo – Molise e Calabria visita il Penitenziario di Velletri

Nella mattinata del 20.10.2017 il Provveditore dell’ Amministrazione Penitenziaria per il Lazio – Abruzzo  – Molise e Calabria Dr.ssa C. C., insieme alla sua collaboratrice Dirigente S. P. e allo staff tecnico dell’ Amministrazione Penitenziaria, hanno fatto visita al Penitenziario di Velletri. La visita è stata guidata dal Direttore del Carcere M.D. I. e dal Comandante di Reparto Comm. Capo V. I.

A darne notizia sono i sindacalisti dell’ Ugl Polizia Penitenziaria Carmine Olanda e Ciro Borrelli che da anni denunciano le gravissime condizioni in cui lavorano gli Agenti di Polizia Penitenziaria.

Il Provveditore con il suo team – commenta Borrelli – ha fatto prima visita al Penitenziario, visitando in particolare il Repartino “C” sulle sue condizioni di agibilità – Repartino volto ad accogliere i detenuti che hanno problemi di natura Psichiatrica. Il Repartino “C” attualmente è chiuso in attesa di ultimazione lavori.

Nella mattinata – continua il sindacalista –  il Provveditore ha voluto incontrare tutto il personale presente per raccogliere tutte le problematiche esposte. Durante il dibattito, sono stati toccati molti argomenti importanti  e delicati, come:  la gravissima mancanza di Polizia Penitenziaria e di tutte le figure professionali, il sovraffollamento detenuti, i gravosi carichi di lavoro e le condizioni e i luoghi in cui lavorano i Poliziotti Penitenziari, la gestione dei detenuti con problemi di natura Psichiatrica, la gestione dell’ aria Trattamentale e di tutte le attività ricreative dei detenuti, ed in fine tutte le problematiche del  Servizio Sanitario Nazionale inerenti alla sua funzionalità e gestione detenuti. Inoltre, si sono precisati altri innumerevoli dettagli sullo svolgimento del servizio in generale”.

L’ incontro – Conclude Borrelli – è stato costruttivo, il Provveditore C. C. e la Dr.ssa S. P. si sono subito dimostrati disponibili a trovare una soluzione alle numerose problematiche esposte. Anche il Direttore e il Comandante del  Penitenziario si sono resi disponibili a qualunque soluzione ai problemi. Adesso non ci resta che aspettare un Input  per potere continuare a lavorare con serenità”.

Sul caso interviene anche il Segretario Regionale Ugl Polizia Penitenziaria per il Lazio Carmine Olanda.

Apprezziamo molto – denuncia Olanda – la visita dell’ Provveditore C. C. e del Dirigente S. P., come sindacalisti li ringraziamo pubblicamente le Autorità per avere accolto tutte le problematiche esposte dal personale, auspicando che arrivino alle orecchie del Ministro Orlando per le dovute soluzioni“.

 

Come Sindacato – conclude Olanda – rimaniamo sempre scettici fino a quando non  vediamo i fatti concreti e non i video divulgati dal Ministro Orlando sulla  probabile trasformazione della Polizia Penitenziaria in Polizia del Trattamento.   La Polizia Penitenziaria è molto anziana, stanca,  preoccupata e confusa. Se per questo Governo e  per il Ministro della Giustizia Orlando i Poliziotti Penitenziari sono un problema, che si transitassero subito nella Polizia di Stato e il problema è risolto.

 

Gli eventi critici avvenuti nel Carcere di Velletri negli ultimi tempi e di tutti quelli che continuano ad esserci  in tutta Italia, devono fare riflettere tutta la classe Politica. Se il Governo e tutte le Autorità di competenza non prenderanno provvedimenti immediati sull’ emergenza esposta, farebbero bene a dimettersi e a dichiararsi incompetenti di Governare e di Amministrare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*