Parte a Velletri il corso “Darwin Sparks” per il lancio delle startup; già in preparazione il progetto pilota sul Food Delivery

“Darwin Sparks”, questo il nome del corso che probabilmente cambierà, e in meglio, le attuali condizioni per il lancio di una startup.

Velletri startup delivery foodA settembre 2017 è iniziato infatti a Velletri il corso (https://www.darwinsparks.com/) che ha come scopo quello di mostrare agli allievi le fasi che precedono il lancio di una startup e soprattutto quelle che ne accompagnano l’operatività.

Il corso si tiene settimanalmente e durerà fino ad aprile 2018 con interruzione per le festività natalizie.

Come progetto pilota è in cantiere il lancio della startup di food delivery a Velletri.
Il servizio di consegna a domicilio del cibo non ha ancora un nome ufficiale, ma ha una pagina Facebook con la quale si sta preparando la cittadinanza al suo arrivo: “Velletri Food Delivery” https://www.facebook.com/velletrifooddelivery/.

Il lancio del servizio, definibile nella prima fase come sperimentale, avverrà a dicembre 2017. Per un periodo di circa due mesi si lavorerà all’ottimizzazione dei processi e soprattutto dell’applicazione, così come alla risoluzione delle problematiche che si incontreranno. Stabilizzato il servizio, verrà pubblicizzata la versione definitiva dell’app, con maggiore numero di ristoratori aderenti e con i posti aperti a qualunque cittadino di Velletri voglia provare l’attività.
Nella fase iniziale, i cittadini che potranno usufruire dell’attività sono in numero limitato: 2000. Per aderire come clienti si può compilare il form a quest’indirizzo: http://fooddelivery.darwinsparks.com/blu_navy.

La startup opererà solo sul territorio del comune di Velletri, con possibilità di esportazione del progetto ad altre aree dei Castelli Romani. L’attività è quella di seguito descritta.

Il cliente ordinerà tramite applicazione (da cellulare o da PC) dei piatti pronti a scelta tra quelli pubblicati dai ristoratori aderenti sull’applicazione. Indicherà l’orario di consegna ed il luogo di consegna del cibo. Una volta confermato l’ordine, il ristoratore lo visualizzerà e darà conferma di presa in carico così come un mover (fattorino) disponibile in quel giorno ed a quell’orario, darà conferma di presa in carico del trasporto del cibo.

I ristoratori aderiranno tramite contratto, così come i movers: questo garantirà la compostezza e serietà del servizio. Ai movers, che si sposteranno con scooter o automobile, verrà dato un contenitore termico per il trasporto del cibo da montare sullo scooter o da tenere in automobile.

I clienti che trarranno maggiori benefici dal servizio saranno i lavoratori/impiegati che non potranno usufruire della mensa nè potranno tornare a casa per il pranzo; i gruppi di amici che senza uscire di casa potranno ordinare la cena oppure il pranzo; le famiglie alla fine di intense giornate di lavoro e di inattese difficoltà che avranno bisogno di distendersi e di qualcuno che provveda a cucinare per loro ma senza uscire di casa; le persone in malattia che non potranno per periodi brevi provvedere alla spesa.

Quest’attività incrementerà i proventi dei ristoratori che saranno più attivi e puntuali e permetterà l’impiego di giovani studenti o disoccupati nell’attività di mover. Previsti anche impiegati al servizio clienti.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*