Elettrosmog: dati spaventosi a Rocca di Papa ma per il delegato non sono scientificamente validi

Un problema che si trascina da anni quello dell’elettrosmog nei comuni di Rocca di Papa e Rocca Priora le cui alture sono il luogo ideale per l’istallazione delle antenne di telefonia mobile.

 

elettrosmog a rocca di papaIl comitato per l’ambiente di Monte Porzio Catone ha voluto verificare personalmente se i limiti fossero rispettati o meno e il risultato, a quanto pare, è allarmante. In entrambe le località, secondo le rilevazioni degli ambientalisti, gli sforamenti sarebbero infatti elevatissimi. Su Monte Cavo sono infatti state registrati addirittura 19 volt per metro, sforamenti importanti sono stati rilevati anche in molte abitazione in località Campi d’Annibale. Gli stessi hanno ammesso che le strumentazioni utilizzate hanno un margine di errore che comunque è bassissimo rispetto ai dati emersi. Non si è fatta attendere la risposta di Bruno Petrolati, delegato dal sindaco al problema delle antenne, secondo il quale nei mesi scorsi l’Ispra ha già effettuato analisi più attendibili che si sono dimostrate nella norma. Ma non solo ha spiegato come divulgare informazioni non valide dal punto di vista scientifico possa generare problemi di allarmismo e ordine pubblico. Il comitato, convinto delle proprie ispezioni, ha chiesto che sia interdetto il traffico pubblico e privato sulle vette interessate.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*