La “Campaniliana” volge al termine: al Teatro Artemisio-Volonté premiazione del vincitore del Premio Teatrale e rappresentazione de “La moglie ingenua e il marito malato”

Chiusura in grande stile per la “Campaniliana”: domenica 29 ottobre, alle ore 17,30 (ingresso in sala dalle 17,00 alle 17,25) avverrà il gran finale per l’edizione 2017 della rassegna nazionale di teatro e letteratura dedicata al grande Achille Campanile. I biglietti sono quasi tutti esauriti (restano ancora poche unità in galleria) per la rappresentazione teatrale, ma prima dell’esibizione avverrà la cerimonia di proclamazione del vincitore del Premio Nazionale Teatrale indetto dalla Fondazione di Partecipazione Arte & Cultura Città di Velletri diretta dal Maestro Claudio Micheli.

achille campanile velletri
Achille Campanile, Leo Longanesi, Mario Soldati, Gaetano Afeltra

La referente del Premio, professoressa Vera Dani, alla presenza dei giurati Arnaldo Colasanti (presidente), Simona Marchini e Gaetano Campanile, consegnerà il premio in danaro gentilmente messo a disposizione dalla Casa di Cura Madonna delle Grazie per la somma di € 1500,00, mentre il Fondo Campanile donerà al vincitore un ricordo del premio. Andrà così agli archivi la prima edizione di un Premio che, nonostante sia appena stato istituito, ha già raccolto tantissime adesioni (sessantotto i copioni regolarmente arrivati alla scadenza) e che lascia presagire un roseo futuro. In prima fila saranno presenti tutte le autorità, per chiudere “virtualmente” l’edizione numero uno della “Campaniliana” che si è svolta proprio in occasione del quarantesimo anniversario dalla scomparsa dello scrittore romano, vissuto tra Velletri e Lariano negli ultimi anni.

Successivamente, spazio al teatro: la compagnia “Il Teatrone”, storica istituzione nel panorama culturale veliterno, porterà in scena dopo oltre trenta anni di assenza la commedia di Achille Campanile intitolata La moglie ingenua e il marito malato. Sotto la regia di Enzo Toto, un cast selezionato che ha lavorato duramente in questi mesi darà il meglio di sé per rendere – come avrebbe voluto il Maestro – una rappresentazione molto difficile e ricca di personaggi e colpi di scena. Il Teatro Artemisio-Volonté è vicino al tutto esaurito e per domenica anche gli ultimi posti rimasti in galleria saranno occupati (la prevendita è stata letteralmente presa d’assalto, e la platea si è riempita dopo appena una settimana).

Il cast è composto da Enrico Lopez, Fulvio De Angelis, Elisabetta Berdini, Enrico Cappelli, Antonella Consolandi, Patrizia Bigi, Valentina Calcagni, Emanuele Cammaroto, Alessandro Toto, Marco Tredici, Emiliano Lopez e Fulvio D’Abbruzzi. Le prove sono state svolte anche sotto la supervisione di Gaetano Campanile, figlio dell’autore, che ha avuto dunque modo di rendersi conto del grande lavoro svolto dagli attori. Domenica 29 ottobre dunque si preannuncia come una data ricca di emozioni: dopo la premiazione e la rappresentazione, si tireranno le somme di un’iniziativa che ha riscosso consensi e apprezzamenti dal pubblico coinvolgendo più possibile la città di Velletri e non solo.

La FondArC, l’Associazione Memoria ‘900, il Comune di Velletri e il Fondo Campanile avevano definito questa manifestazione, lunga e costellata di appuntamenti, come una scommessa perfettibile e audace. L’esito non può che considerarsi positivo.

Rocco Della Corte

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*