Il City perde allo scadere

Il City paga a caro prezzo le decisioni spesso un po’ confuse della terna di City sconfittogiornata e torna da Ladispoli a mani vuote, nonostante una prestazione a tratti spumeggiante. L’avvio della squadra di Granieri, ancora una volta costretto a rinunciare a diverse pedine importanti e a mandare in campo una formazione inedita, non é dei più brillanti, e il padroni di casa costruiscono subito alcune occasioni da rete. Peri è bravo in diversi frangenti, come quando devia in corner il tentativo di La Rosa, ma non può nulla sul successivo tentativo di Gallitano che ribadisce il pallone in rete e regala il vantaggio ai suoi. Il Città di Ciampino si risveglia dal suo apparente torpore e inizia a macinare gioco, raggiungendo il pari al termine di una bella azione in velocità: cross in mezzo di Damiani, stop e tiro a rete di Pedrocchi che non lascia scampo a Travaglini e sigla l’1-1 al 19′. Con il passare dei minuti il City prende coraggio e trova anche il raddoppio: la firma è ancora di Pedrocchi, che perfettamente imbeccato da Carnevali brucia in velocità i difensori avversari e sigla la sua personale doppietta. A questo punto l’arbitro ci mette del suo concedendo al Ladispoli un calcio di punizione, peraltro dubbio, a tempo già scaduto. Il tiro di Cardella è da applausi e regala il pari ai suoi. Nemmeno il tempo di tornare a centrocampo, che arriva anche la fine del primo tempo. Nella ripresa è ancora l’arbitro a farsi protagonista: Martinelli copre bene sull’attaccante avversario, accompagnandolo in area e mandando il pallone in corner. Nello stupore generale il direttore di gara estrae il rosso diretto nei confronti del difensore del City e concede al Ladispoli un inspiegabile calcio di punizione dal limite. Se di fallo si fosse trattato, infatti, sarebbe stato decisamente all’interno dell’area… Il City è quindi costretto a giocare in inferiorità numerica per più di mezz’ora, e al 32′ si vede concedere contro anche un calcio di rigore per un fallo in area di Damiani. Dal dischetto si presenta Rocchi che, però, non concretizza l’occasione sparando al lato. Quando il pari sembra ormai archiviato arriva la beffa: Peri e Giampietro si disturbano nel tentativo di buttar via il pallone, che rimbalza per tutta l’area e trova ben appostato il nuovo entrato Pagliuca, che al 90′ fa il 3-2. Il City avrebbe anche l’occasione per pareggiare, ma il risultato non cambia più: il prezzo della trasferta in casa del Ladispoli per gli aeroportuali è però ben più caro di una semplice sconfitta, perché il Città di Ciampino domenica prossima si troverà ad affrontare l’Artena senza due pedine fondamentali come Citro e Martinelli. I commenti sull’arbitraggio, però, li evitiamo e li lasciamo a chi era presente al Sale…

IL TABELLINO

LADISPOLI: Travaglini, Salvato, Mastrodonato, Tollardo, Gallitano, Leone, Marvelli (dal 41′ st Pagliuca), Bertino, Cardella (dal 47′ st De Fato), La Rosa (dal 20′ st Rocchi), Sganga A.. ALL. Bosco
A DISP: Agostini, Barone, Sganga M., Zucchi

CITTÀ DI CIAMPINO: Peri, Moisa, Frangella, Martinelli, Carnevali, Citro, Damiani (dal 46′ st Perilli), Castellano, Pacielli (dal 15′ st Giampietro), Trani (dal 37′ st Ippoliti), Pedrocchi (dal 44′ st Orlanno). ALL. Granieri
A DISP: Petrucci, Mazzon, Mastrandrea

MARCATORI: Gallitano (L) al 5′ pt, Pedrocchi (C) al 19′ pt e al 41′ pt, Cardella (L) al 46′ pt, Pagliuca (L) al 45′ st

ARBITRO: Arcidiacono di Acireale

ASSISTENTI: Grasso di Roma1, Salvatori di Tivoli

AMMONITI: Mastrodonato, Gallitano, Tollardo, Sganga (L), Carnevali, Citro, Frangella, Pacielli

NOTE: espulso Martinelli (C) al 13′ st. Al 32′ st Rocchi (L) sbaglia un calcio di rigore

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*