Lunedì 27 novembre avrà luogo la presentazione della rassegna “Per chi ti ha toccato il corpo con la mente”

E’ prevista per lunedì 27 novembre, alle ore 18.00, presso l’Antico Caffè di Ariccia in Largo di Porta Napoletana la presentazione della seconda edizione della rassegna di conferenze/concerto intitolata “Per chi ti ha toccato il corpo con la mente”. 

ariccia musica eventoAlla presenza di Emiliano Begni al piano e Alessandro Marino alla voce, sotto la direzione artistica di Daniela Di Renzo, la Biblioteca Diffusa e Itinerante “Giovanna D’Arco” organizza l’evento intitolato “Discanto, raccontando Ivano Fossati”, per un momento culturale e musicale che si ripeterà in altri sei eventi fino a maggio.

La presentazione ufficiale, alla quale sono invitati cittadini, appassionati, giornalisti e autorità, rappresenta la data zero della rassegna, che riprende nel suo “titolo” una citazione di Leonard Cohen, cantautore, scrittore e poeta canadese dal brano “Suzanne” del 1957, pietra miliare della musica d’autore internazionale. “Per chi ti ha toccato il corpo con la mente”, infatti, è un’espressione che ha innumerevoli rimandi e altrettante sfaccettature: sottolinea la capacità di alcuni artisti, qualunque sia la forma d’arte da essi praticata, di arrivare dritti al cuore e all’anima della gente con la forza e la potenza della parola, della conoscenza, del concetto. La rassegna di conferenze-concerto, in tal senso, sarà proprio un omaggio – da parte di artisti di primo livello nel panorama musicale contemporaneo – ai padri ispiratori, che con i loro brani e le loro musiche hanno caratterizzato il nostro modo di essere.

La dottoressa Daniela Di Renzo, che della rassegna ha curato la direzione artistica, ha spiegato così gli intenti della seconda edizione in arrivo: “Vogliamo sottolineare l’importanza della memoria attraverso la musica e l’arte. Ognuno di noi ha un punto di riferimento, come accade per i bambini che necessitano di una guida: gli adulti cercano coloro che li facciano sentire liberi, e in piena libertà hanno la capacità di scegliere i loro ispiratori. L’arte e la musica costituiscono sempre, a prescindere, un’opportunità di crescita e di evoluzione per l’animo umano“. Poche parole quelle di Daniela Di Renzo tuttavia estremamente mirate, proprio come la musica, capace di avvolgere la mente e toccare il corpo – anche solo quando suscita i brividi – tramite melodie e pensieri dei più grandi artisti di sempre. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*