A Velletri la sezione di CasaPound compie cinque anni

Cinque anni fa, il 23 novembre del 2013, in via Camillo Meda, a Velletri, veniva per la prima volta alzata la saracinesca della sezione cittadina di CasaPound.

casapound velletriAveva dunque inizio la parabola di una compagine politica che molto presto sarebbe divenuta un punto di riferimento per molti abitanti della città, affermandosi come portavoce di numerose battaglie di interesse collettivo e sociale.

Un impegno a 360 gradi quello dei ragazzi del movimento della tartaruga frecciata, nel frattempo protagonista di una crescita esponenziale grazie al prezioso apporto di uomini e donne di ogni età.

Si ricordano, tra le innumerevoli attività, quelle a tutela dei diritti e delle necessità delle famiglie meno abbienti. Il ruolo di primo piano nella ricerca della soluzione all’emergenza abitativa di molti veliterni, il supporto alle vittime degli sfratti, l’importante -benché apparentemente oggetto di appropriazione e speculazione politica da parte di altre forze politiche- ruolo svolto nella revisione del regolamento comunale per l’assegnazione delle case popolari, le raccolte di viveri, vestiti e materiale didattico.

Inoltre, da non dimenticare sono le iniziative a difesa dell’ambiente. Dall’opposizione all’installazione di un grande impianto biogas nel territorio cittadino, alla riqualificazione delle aree versanti nell’incuria come il parco della villa comunale e lo Skate Park.

Particolare rilevanza ha poi rivestito la sensibilizzazione sull’annosa, irrisolta e sentita questione migratoria, condita da manifestazioni di protesta in occasione delle poco trasparenti vicende inerenti l’apertura dello SPRAR di via Morice ed il CAS del Don Orione.

La sezione cittadina del movimento aveva appena compiuto il sesto mese d’età quando, nel maggio del 2013, il candidato sindaco Paolo Felci, sfiorò per una manciata di voti l’ingresso nel consiglio comunale.
CasaPound mostrò già allora anche in termini elettorali di essere riuscita in poco tempo ad imporsi come un’importante forza politica locale, riuscendo ad intaccare qualcosa negli equilibri politici cittadini, fino ad allora mai usciti dalla dialettica centro-destra vs centro-sinistra.

La situazione odierna vede un movimento in continua crescita e l’ipotesi che Felci e i suoi conseguano un risultato eclatante nelle elezioni amministrative che avranno luogo il prossimo anno non è affatto remota.

Il verdetto delle urne potrebbero infatti consacrare l’arrivo di un vento burrascoso nel torpore della politica veliterna.

Bruno Bernardis 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*