Realizzazione DTT, Sindaco Mastrosanti invita Regione Lazio a candidare Frascati: “Sarebbe in continuità con attività scientifiche svolte finora”

Nei giorni scorsi  L’ENEA ha pubblicato il “bando per manifestazioni d’interesse” relativo al sito che andrà ad ospitare la realizzazione del DDT (Divertor Tokamak Test Facility): un progetto  da 500 milioni di euro che prevede la realizzazione in Italia di un’infrastruttura indirizzata verso la ricerca sulla fusione nucleare, già approvato dalla X Commissione della Camera (Attività produttive, commercio e turismo). Nei giorni scorsi, il nuovo esperimento per la fusione termonucleare ha avuto doppio placet sia dal MIUR e sia dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Eurofusion. 

Frascati DDT MastrosantiPer l’occasione il Sindaco di Frascati Mastrosanti ha chiesto al Presidente della Regione Zingaretti di sostenere il Centro Enea di Frascati per ospitare il DTT:”L’Amministrazione comunale di Frascati ritiene che il sito Enea presente a Frascati sia il luogo naturale per ospitare questo nuovo impianto di ricerca che si pone in continuità con le attività scientifiche che da decenni l’Enea svolge sul territorio. Un investimento di tale portata (circa 500 milioni di euro) consentirebbe non solo alla Regione Lazio di mantenere la centralità nel campo della ricerca scientifica avanzata, ma aprirebbe l’opportunità di avere significative ricadute in termini economico-sociali per il territorio in quanto rappresenterebbe uno straordinario volano di crescita. Per tali ragioni auspico che la Regione Lazio presenti la propria candidatura a sostegno del sito Enea di Frascati al fine di poter ospitare il nuovo Centro di ricerca”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*