Boxe Latina, gli applausi di fine anno

Va in archivio l’ultima riunione interna di marca Boxe Latina nel 2017, andata in scena lo scorso week end in via Aspromonte. L’impianto ha ospitato una sessione interregionale di pugilato dilettante, dove si è notato un buon livello di competitiva sul ring in ogni categoria e peso rappresentato.  Sul quadrato si sono avvicendati otto incontri tutti intensi, sempre sul filo dell’equilibrio, due le vittorie prima del limite. Dieci le società di boxe presenti tra Lazio, Toscana e Sardegna.

boxe latina
La vittoria di Niko Bianchi

Una bel momento di sport e aggregazione a conclusione di un anno sportivo, che per la Boxe Latina si è rivelato come al solito proficuo sotto il profilo dei risultati societari e agonistici. Ma soprattutto è arrivata la confermata della crescente tendenza di amatori, uomini e donne, ad abbracciare la disciplina della boxe.

Il primo momento di grandi applausi si è registrato all’inizio della giornata, con l’esibizione sul ring delle giovani promosse. Ovvero bambini e bambine di Boxe Latina, Pugilistica Volsca (Lariano) e Pugilistica Venus (Castrocielo). Parliamo di piccoli atleti e atleti dai sei ai dodici anni, simpaticamente raggruppati dalla Federazione Pugilistica nelle categorie di Cuccioli, Cangurini, Canguri e Allievi.  In casa Boxe Latina bilancio positivo. Tre le vittorie all’attivo ed una sconfitta ai punti. Ad alzare le braccia al cielo Niko Bianchi (81 kg), Pavlo Onyshchneko (69 kg) e Matteo Conti (69 kg). Prova generosa, per Davide Di Stefano (64 kg).

Nel dettaglio Niko Bianchi ha vinto per abbandono contro Massimiliano D’Alessio della Best Gloves Firenze. Davide Di Stefano ha ceduto ai punti la posta in palio ad Alessandro Mirabelli della Sa. Ma. Fondi.

Poche decine di secondi sono bastati al russo Pavlo Onyshchenko ad indurre l’arbitro a chiudere subito il match con Marco Ricci della Sa.Ma. Fondi.

Finale con gli Elite. Al rientro dopo sei mesi, Matteo Conti ha avuto la meglio su Dario Leuti dell’Oi Team Boxe Pomezia.

La sintesi della serata nelle parole del tecnico Rocco Prezioso: “Dal punto di visto organizzativo è stato un altro bel momento di pugilato, vissuto da noi come una grande famiglia. Perché noi siamo una grande famiglia, ci terrei a precisarlo. Sul lato tecnico mi complimento come al solito con i ragazzi perché salire sul ring non è mail facile, ma già arrivare a poter combattere ripaga il faticoso lavoro in palestra di ogni giorno. Mi fa piacere il rientro di Matteo Conti, dopo sei mesi dall’ultimo match. Niko Bianchi ha confermato il percorso di crescita da noi auspicato, mentre Pavlo Onyshchenko ci può regalare delle belle  soddisfazioni. Di Stefano non ha disputato  l’incontro come avrebbe potuto fare. Ma fa da stimolo a migliorarsi di volta in volta. Cosa che vale anche e soprattutto per chi ha vinto”. Per gli agonisti un’altra decina di giorni di allenamenti a pieno ritmo, poi piccola pausa per riprendere la preparazione dal 2 gennaio”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*