La notte nazionale del liceo classico nella cornice rinascimentale di Villa Sora

La scuola apre al pubblico per celebrare la cultura classica

evento notte nazionaleMaratone di lettura, recitazioni teatrali, spettacoli musicali e di danza, incontri con gli autori, mostre, cortometraggi e cineforum, concorsi. Ritorna il 12 gennaio dalle ore 18 e fino alle ore 24, la Notte nazionale del liceo classico. In tutta Italia, migliaia tra dirigenti, docenti, alunni saranno coinvolti nelle attività che vedono anche la sinergia di enti e istituzioni.

Il liceo classico più antico del territorio, quello di Villa Sora, non poteva non essere tra i licei italiani che hanno risposto alla chiamata della cultura classica attiva e viva. La scuola e la Villa Rinascimentale saranno animati dalla passione di alunni e non solo.

La Notte nazionale del liceo classico è nata da un’idea di Rocco Schembra, docente di Latino e Greco al liceo classico «Gulli e Pennisi» di Acireale (CT) e quest’anno replica, dopo il successo degli anni scorsi, giungendo alla sua quarta edizione.

Nel corso della serata le scuole aderenti apriranno le loro porte a tutti i cittadini. Ciascun istituto personalizzerà le sue iniziative grazie alla passione ed al talento della comunità scolastica e sopratutto dei ragazzi. La Notte nazionale del liceo classico vuole essere anche un modo alternativo e innovativo di fare scuola.

L’iniziativa è sostenuta e promossa da Miur, UNESCO Associated Schools Network, United Nations, Associazione italiana di cultura classica, Editrice Elledici.

Tutti insieme per coltivare e promuovere ciò che sostiene tutte le espressioni umane, scientifiche e culturali, ma che oggi sembra non essere più immediatamente visibile: l’umanità e le sue radici.

La perfetta sintesi tra cultura umanistica e scientifica tanto celebrata e cercata da giganti come Steve Jobs, può essere riconquistata proprio con e dalla scuola. Villa Sora fa molto di più e in occasioni come queste, anche grazie al suo polo culturale che prossimamente darà vita ad un caffè letterario, stimola e chiama la comunità del territorio a partecipare e a pensare insieme.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*