La Locanda Martorelli in Ariccia, tra nuove scoperte progetti di musealizzazione e di recupero

Dopo il successo del convegno di ottobre 2017 “Goethe e il Grand Tour tra Ariccia, Roma e i Castelli Romani”, promosso dall’Archeoclub Aricino Nemorense e organizzato con il Comune di Ariccia a Palazzo Chigi,  e la successiva partecipazione del Comune di Ariccia e di Archeoclub alla tavola rotonda “Goethe in Italia: dal Festival all’itinerario culturale europeo” che si è tenuta a Palazzo Massimo lo scorso novembre nell’ambito del convegno nazionale “All routes lead to Rome – Tutti gli itinerari portano a Roma”, si tornerà a parlare della Locanda Martorelli e del Grand Tour nell’incontro di venerdì 19 gennaio che si svolgerà a Palazzo Chigi (Sala Bariatinsky) a partire dalle ore 17.30, per poi concludersi con una visita alla Locanda Martorelli.

LA LOCANDA MARTORELLIL’evento sarà aperto dagli interventi del Sindaco Roberto Di Felice, per i saluti istituzionali, e dallo storico dell’arte Francesco Petrucci, curatore di Palazzo Chigi, che presenterà gli Annali 2017 dell’Archeoclub Aricino Nemorense dal titolo “Il ciclo decorativo della Locanda Martorelli”.

La rivista contiene in questo numero due articoli scientifici. Il primo “Mito e storia di Aricia nei dipinti di Tadeusz Kuntze” è di Alberto Silvestri, che offre al lettore nuovi dati interpretativi sulle tempere murarie settecentesche della Locanda Martorelli e sulle antichità di Ariccia, mentre il secondo “Gli stucchi dorati della Locanda Martorelli” è di Maria Cristina Vincenti e contiene una importante scoperta di storia dell’arte e del collezionismo riguardante gli splendidi stucchi dorati del ciclo decorativo.

La seconda parte dell’evento si svolgerà presso la Locanda Martorelli dove il Comune di Ariccia presenterà i lavori di recupero dall’androne sino al primo piano di accesso al Museo del Grand Tour  ed il progetto scientifico, a cura di Maria Cristina Vincenti e Alberto Silvestri, del nuovo allestimento museale che ricostruisce, attraverso un percorso cronologico e tematico, la storia di Ariccia dalla sua fondazione sino all’epoca del Grand Tour tra ‘700 e ‘800. Il percorso museale, realizzato attraverso la riproduzione di carte archeologiche, foto di reperti, opere artistiche e ritratti dei personaggi che hanno soggiornato nella storica locanda, presenta anche l’esposizione di libri d’epoca e oggetti di viaggio.

Ariccia, con il suo importante patrimonio paesaggistico-culturale costituito dal Complesso Berniniano e dal tratto  aricino dell’Appia Antica, grazie alla Locanda Martorelli, testimonianza unica del Grand Tour, è stata inserita nel Festival e nell’Itinerario Goethe in Italia, ideato e promosso da Federico Massimo Ceschin, segretario generale di Cammini d’Europa, che traccia l’Atlante del Grand Tour in tutta la Penisola inserendo le località dislocate lungo il tracciato in una dimensione europea. Si sta redigendo in merito il “Dossier di candidatura” dell’itinerario da presentare all’accordo parziale allargato tra Commissione Europea e Consiglio d’Europa – per tramite dell’Istituto Europeo degli Itinerari Culturali di Lussemburgo – al fine di certificare l’Itinerario europeo di Goethe come Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa (secondo le previsioni e i criteri descritti nella risoluzione CM/Res(2013)67). Va inoltre costituendosi un’Associazione Culturale Europea nella quale saranno coinvolti tutti i Comuni attraversati dall’Itinerario (n. 71), con la candidatura di Ariccia a comune capofila e un Comitato scientifico internazionale che coinvolgerà personalità, studiosi e autorevoli istituzioni culturali.

Maria Cristina Vincenti

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*