L’imprenditoria italiana torna a splendere alla Camera dei Deputati con il Gran Premio Internazionale di Venezia

L’imprenditoria italiana torna a splendere. Domani alla Camera dei Deputati la nuova edizione del Gran Premio Internazionale di Venezia, la rassegna di caratura internazionale che vanta già 70 anni di storia e che si pone come obiettivo e ragion d’essere la valorizzazione dell’eccellenza italiana. Un progetto che ha attraversato la nostra storia contemporanea, premiando figure illustri della cultura, dello spettacolo e della politica nazionale. Domani, in particolare, il premio assumerà una forma del tutto particolare, per insignire i volti più illustri e le aziende più emblematiche che in questi tempi hanno infuso l’imprenditoria italiana di una luce di speranza.

Un comitato di presidenza altamente qualificato, presieduto dal dott. Sileno Candelaresi, quello che domani mattina, dalle 09,30, presso l’incantevole Sala del Refettorio, si preoccuperà di dare lustro ai personaggi che più si siano distinti qualitativamente su uno scenario complesso come quello italiano, dando peraltro prova di come l’imprenditoria nostrana possa uscire dai meri canoni economici per innestarsi sul sociale, sulla promozione culturale e sull’integrazione delle diversità.

Abbiamo festeggiato pochi mesi fa il 70° anniversario di quel grande affresco di eccellenze che è il Gran Premio Internazionale di Venezia”, ci spiega il dott. Sileno Candelaresi, soddisfatto per l’andamento di quella che si sta dimostrando un’edizione memorabile della rassegna, “La nostra missione, l’obiettivo verso cui si incentrano tutti i nostri progetti, è la valorizzazione dell’eccellenza italiana declinata nelle sue più ampie manifestazioni. Tra queste, l’imprenditoria gioca sicuramente un ruolo preponderante; questo perchè, anche storicamente, il Made in Italy ha sempre premiato le alte aspettative del settore a livello mondiale. Nel nostro Paese vi sono sicuramente delle aziende cardine, delle figure chiave su cui chiunque voglia fare impresa ai giorni nostri deve necessariamente confrontarsi. È proprio il valore di quelle aziende che vogliamo certificare”.

Per l’occasione, saranno anche rivelate le nomination per le ambite targhe al merito, nonché per i Leoni d’Argento e i Leoni d’Oro che tra pochi mesi saranno consegnati ufficialmente a Venezia”, rivela Luz Adriana Sarcinelli, Leone d’Argento come miglior attrice e conduttrice dei vari appuntamenti di una rassegna che si sposta periodicamente nelle città più importanti d’Italia, in quei capoluoghi di arte e bellezza che ci rendono tanto invidiati all’estero.

Domani sarà dunque il turno della Capitale. Si partirà dalla mattina con la consegna dei riconoscimenti speciali, con le prestigiose pergamene protocollate dal Comitato, nel corso di un evento che raggiungerà il suo climax con la proclamazione delle nomination, un momento atteso da molti con trepidazione fin dallo scorso ottobre.

Prossimo appuntamento sulle rive del Canal Grande dove proprio i nominativi gelosamente custoditi dal comitato di presidenza da domani saranno in prima linea per concorrere alla definitiva assegnazione del Leone d’Oro di San Marco.

Un evento che, in tempi di così grande sfiducia nel panorama internazionale, riesce quantomeno ad infondere una luce di speranza sulla grande Nazione che ci pregiamo di rappresentare.

Edoardo Baietti

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*