Domenica, 22 aprile a Marino lo spettacolo “Memorie ritrovate”, per raccontare con la voce delle donne la Resistenza dai nazifascisti

Domenica, 22 aprile alle ore 18.00 presso la Salateatro Vittoria di Marino, andrà in scena “Memorie ritrovate” per celebrare l’anniversario della Liberazione

Scrittrice e regista della kermesse, Sabina Barzilai che con il suo racconto “Memorie ritrovate” intende dar voce alle donne per raccontare gli anni tragici dell’occupazione tedesca e la Resistenza, nei Castelli Romani, al nazifascismo. La testimonianza di quel passato ormai lontano, ma sempre presente nella memoria tramite i racconti di chi lo ha vissuto, vuole far riflettere anche le generazioni future. Lo spettacolo proseguirà, di fatti durante la mattinata di martedì, 24 aprile dove gli attori della compagnia Artemisia Giovani, insceneranno lo spettacolo per i ragazzi del Liceo Armani-Mercuri, di Marino.

In seguito, gli studenti delle classi terze proietteranno un lavoro in power point, sia prima che dopo l’evento, per il progetto Alternanza Scuola-lavoro.

Memorie ritrovate racconta tre storie che non si intrecciano in alcun modo, ma le cui protagoniste hanno in comune l’aver vissuto il terrore di quegli anni. Tre diverse narrazioni, tre diversi modi di affrontare la guerra: chi ne ha paura, chi la combatte, chi ne resterà segnato da bambino

Raccogliere, leggere, selezionare, e in parte rivivere, il materiale sulla Resistenza ai Castelli Romani è stato un viaggio, prima che un lavoro un viaggio dell’anima attraverso gli orrori narrati in prima persona, a tal punto che non è stato facile sintetizzare il materiale in archivio: e tanto ce ne sarebbe ancora tanto da poter immaginare la produzione di altri spettacoli sull’argomento.

Ha dichiarato l’autrice e regista, Sabina Barzilai

 

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*