Il Parco Regionale dei Castelli Romani aderisce al Servizio Civile Nazionale

Il Parco Regionale dei Castelli Romani ha aderito alla proposta del Parco regionale dei Monti Lucretili sul Servizio Civile Nazionale

Il Parco regionale dei Castelli Romani ha aderito con deliberazione n. 19 del 10/05/2018, alla proposta del Parco regionale dei Monti Lucretili (capofila) che prevede l’iscrizione in forma aggregata ad altre istituzioni, all’Albo degli Enti di Servizio Civile Universale, sottoscrivendo la “carta di impegno etico del Servizio Civile”. Il Parco dei Castelli Romani diventa così ente di accoglienza, per il servizio civile con le sedi: Villa Barattolo e Vivaro a Rocca di Papa (RM), Ex-Stefer a Monte Porzio Catone (RM).

La Regione Lazio promuove costantemente la costituzione di reti territoriali di Servizio Civile Nazionale, con il fine di favorire percorsi formativi per i giovani volontari, che abbiano come comune denominatore la condivisione di esperienze e valori.

Il Servizio Civile Nazionale è stato istituito con legge n. 64 del 6 marzo 2001, per favorire la realizzazione del principio costituzionale di solidarietà sociale, per promuovere la cooperazione nazionale ed internazionale e tra le altre disposizioni per partecipare alla salvaguardia e alla tutela del patrimonio ambientale, storico, artistico e culturale del Paese. Rappresenta una forma di impegno civico che da la possibilità ai ragazzi di acquisire competenze, rendendosi utili alla comunità in cui vivono, sviluppando e accrescendo la consapevolezza di essere cittadini attivi.

Un’opportunità per i ragazzi di sperimentare per un anno, attività al servizio della comunità, prendendosi cura di beni e risorse comuni. Uno strumento utile per contribuire allo sviluppo sociale e culturale del Paese

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*