Si spacciava per “uomo dei sogni” ma, in realtà estorceva denaro ad una donna. Denunciato ai Carabinieri

 Conosce un falso “principe azzurro” su un portale di incontri che le estorce denaro. Donna di 43 anni denuncia tutto ai Carabinieri

I Carabinieri della Stazione di Rocca di Papa e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Frascati hanno posto fine alle angherie e alle estorsioni messe in atto da un 39enne di Ferentino ai danni di una donna di 43 anni residente nella cittadina dei Castelli Romani.

L’uomo, già conosciuto alle forze dell’ordine, era riuscito ad “agganciare” la 43enne in cerca dell’anima gemella su un noto portale online di incontri: la sua affabilità e le sue premure hanno indotto la vittima a stringere con lui un’amicizia virtuale che si è spinta oltre il semplice invio di messaggi senza sapere che stava cadendo nella sua trappola.

Finto principe azzurro estorceva denaro ad una donna conosciuta su un sito di incontri. Denunciato ai Carabinieri di Frascati, 40enne di Ferentino

Dopo pochi giorni, infatti, l’”uomo dei sogni” si è trasformato in orco, pronto a divulgare le foto e i messaggi che aveva ricevuto dalla donna qualora lei non gli avesse corrisposto del denaro.

La vittima, inizialmente, ha effettuato ricariche su una carta prepagata riconducibile all’aguzzino per un totale di 1.000 euro, ma le sue richieste si sono fatte ben presto sempre più continue e pressanti, convincendola, 5 giorni fa, a raccontare tutto ai Carabinieri della Stazione Rocca di Papa.

L’immediata attività d’indagine dei militari ha consentito di identificare l’estorsore che è stato attirato, a sua volta, nella trappola architettata proprio dai Carabinieri in accordo con la vittima e con l’Autorità Giudiziaria.

Dopo aver fissato un appuntamento in piazza Roma, a Frascati, per la consegna di altro denaro che aveva richiesto alla donna, i Carabinieri lo hanno bloccato e ammanettato.

L’uomo, accusato di estorsione aggravata, è stato rinchiuso nel carcere di Velletri a disposizione dell’Autorità Giudiziaria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*