Il Parco dei Castelli Romani firma un protocollo di intesa per la gestione sostenibile della Riserva “Sughereta di Pomezia”

Firmato dal Parco dei Castelli Romani il protocollo d’intesa per la gestione sostenibile della Riserva “Sughereta di Pomezia”

Un accordo per la gestione sostenibile del patrimonio forestale, lo sviluppo socio-economico e la partecipazione dei cittadini. L’Ente regionale Parco dei Castelli Romani, gestore della Riserva “Sughereta di Pomezia”, ha firmato un protocollo di intesa con il CURSA (Consorzio Universitario per la Ricerca Socioeconomica e per l’Ambiente), per attivare progetti e iniziative di educazione e formazione ambientale e di interpretazione ambientale.

Firmato protocollo d'intesa per la gestione sostenibile della Riserva Sughereta di Pomezia, dal Parco dei Castelli Romani

L’Ente Parco – commenta il presidente dell’Ente, Sandro Caracci – sistematizza la gestione della Riserva della Sughereta, attivando una prestigiosa collaborazione con il CURSA. Possiamo dire che l’inaugurazione di questa collaborazione è stata il Bioblitz 2018, che ha visto lavorare insieme Parco e CURSA per un evento di citizen science dagli esiti rilevanti, sia in termini di dati raccolti sia in termini di partecipazione. Attivare sinergie con altri Enti, Amministrazioni, realtà del mondo scientifico e universitario rappresenta un elemento imprescindibile per una visione inclusiva e collaborativa del patrimonio ambientale e culturale, alla quale l’Ente sta lavorando costantemente da quattro anni, con ottimi risultati”.

Il protocollo avrà durata triennale, ma sarà ovviamente rinnovabile, e permetterà al Parco di ampliare il proprio bagaglio di competenze in materia di gestione partecipata del patrimonio forestale, di educazione alla sostenibilità e alla conservazione della biodiversità, grazie all’ingresso di nuove professionalità, idee, relazioni

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*