“Un libro delle immagini”, l’inaugurazione della mostra d’arte contemporanea ispirata al libro di Mariano Apa a Frascati

Si è tenuta, sabato 2 giugno, l’inaugurazione della mostra d’arte contemporanea “UN LIBRO DELLE IMMAGINI”. Leonardo Caboni, Roberto Scardella, Mauro Falzoni, Cesare Mirabella, Gilberto Stefani, Armanda Negri, Piero Casentini, Vincenzo Sanfilippo. ”

Gli artisti sono stati chiamati dallo storico e critico d’arte Mariano Apa a dimostrare quanto della memoria storico artistica fosse presente nella loro personale ricerca: una memoria che Mariano Apa ha cercato di interpretare nell’ambito dei contesti storici degli ultimi decenni, a partire dalla crisi delle Neoavanguardie. Altresì si è tentato di collegare le evocazioni storiche rintracciabili nelle opere degli artisti, anche alla specifica realtà che intreccia e accumuna la Roma di Rilke e di Trombadori al Tuscolo e a Frascati con il Baronio e con Manzù e al Convento di Montecorona con il ricordo di Giovanni XXIII e di Don Giuseppe De Luca: nella conferma di un corpo vivo dell’arte che nelle ricerche in mostra alle Scuderie Aldobrandini di Frascati , da parte di Caboni, Scardella, Falzoni, Mirabella, Stefani, Negri, Casentini e Sanfilippo; dove l’arte e la storia si compenetrano in un respiro profondamente mistico religioso.

Sabato, 2 giugno si è tenuta l'inaugurazione della mostra "Un libro della immagini". La mostra continuerà fino al 24 giugno a Frascati

Il volume della Morlacchi Editore di Perugia , dal titolo “Un libro delle immagini” accompagna la mostra e avvolge e spiega l’insieme del lavoro degli artisti contestualizzando storicamente e culturalmente e religiosamente il loro singolo ricercare: in mostra infatti avrà spazio anche l’opera di un eremita del Tuscolo di Eremo di Montecorona, Fra Giovanni, così come nel volume è anche documentato. Caboni , Falzoni e Scardella nella pittura e nella scultura, rievocano il genio di Bocklin e De Chirico e dimostrano quanto sia attuale nell’arte la capace narrazione giuocata sul versante onirico e letterario. Stefani, Casentini e Negri mostrano come l’astrazione confermi le figure del racconto, tra il confronto storico politico e le attese di una religiosità che giustifica il pellegrinaggio esistenziale. Mirabella e Sanfilippo confermano i trascorsi della neoavanguardia sul versante di un lirismo sazio di cultura europea e di un raccontare propriamente edotto nella scenografia dell’opera pur in pittura come fosse installata.

Durante l’inaugurazione anche un intervento musicale del Trio Poème: composto da Chiara Apa violino, Lara Leccisi violoncello, Umberto Cipolla pianoforte; il trio ci farà ascoltare : “PIANO TRIO N. 1 IN C MINOR” di DMITRI SHOSTAKOVICH.

La mostra d’arte contemporanea proseguirà fino al 24 giugno 2018, presso le Scuderie Aldobrandini di Frascati.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*