Consiglio Comunale di Genzano di Roma del 25 giugno: le comunicazioni del Sindaco

Genzano di Roma, Consiglio Comunale del 25 giugno: le comunicazioni del Sindaco

Si è svolto ieri, 25 giugno il Consiglio Comunale di Genzano di Roma. Ecco i punti salienti che hanno interessato la discussione.

Pubblica illuminazione

Proseguono le scelte virtuose che questa Amministrazione sta mettendo in campo in tema di risparmio energetico e tutela dell’ambiente. Ci hanno comunicato che proprio oggi è terminata la sostituzione dei corpi illuminanti stradali sul territorio comunale con lampade LED a basso consumo energetico. Le prossime fasi saranno la sostituzione dei lampioni di foggia antica e dei bulbi rotondi. Come sapete, l’ammodernamento e il conseguente efficientamento dell’impianto di pubblica illuminazione mira a ridurre il più possibile gli impatti ambientali, obiettivo che ci prefiggiamo di raggiungere.

Banda larga

Arriva nel nostro Comune la banda ultra larga interamente in fibra ottica. Grazie all’utilizzo delle risorse messe a disposizione dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), Infratel Italia – società in-house del ministero dello Sviluppo Economico – ha affidato ad Open Fiber la realizzazione dell’infrastruttura in fibra ottica. In questo modo condomini, scuole, uffici, aziende e strutture della Pubblica amministrazione potranno beneficiare di una velocità di connessione fino a 1 Gigabit al secondo, in linea con gli obiettivi dell’Agenda digitale europea. Nei prossimi giorni Open Fiber comincerà ad installare la nuova fibra in città compiendo un lavoro capillare partendo dalle zone suburbane che finalmente verranno raggiunte da questa possibilità. Reputo fondamentale ridurre il digital divide e includere le aree del territorio meno servite. Questo investimento porterà vantaggi alla nostra comunità qualificando ulteriormente il territorio e migliorando sensibilmente le infrastrutture locali.

Genzano di Roma, consiglio comunale del 25 giugno

Consiglio comunale, istituita figura ispettore ambientale

Istituita la figura dell’ispettore ambientale comunale in un’ottica di salvaguardia del territorio e realizzazione di più evoluti standard di qualità della vita. Lo ha deciso il Consiglio comunale, che ha approvato il Regolamento per l’istituzione della figura dell’ispettore ambientale comunale e per la disciplina dell’attività di vigilanza sulla raccolta e lo smaltimento dei rifiuti urbani ed assimilati. Un provvedimento snello, composto di 17 articoli, che si pone l’obiettivo di formare una nuova professionalità volta a monitorare il rispetto delle normative vigenti e a garantire l’igiene ambientale.
Il Comune, e la Polizia municipale per la parte di competenza di polizia ambientale, organizzerà un corso di formazione professionale gratuito della durata di 20 ore con relativo esame finale per disciplinare compiti e funzioni di questa nuova figura.
“L’ispettore ambientale ci permette di migliorare e potenziare il servizio di raccolta differenziata istituendo una nuova professionalità da impiegare in collaborazione con gli addetti che già svolgono il servizio sul territorio – ha commentato il Sindaco Daniele Lorenzon –. I dati sulla raccolta differenziata sono soddisfacenti, ma puntiamo a fare sempre meglio con il supporto della cittadinanza”.
“L’approvazione del Regolamento e l’istituzione della figura dell’ispettore ambientale comunale puntano a tutelare l’ambiente in cui viviamo – ha aggiunto l’assessore all’Urbanistica, ambiente e lavori pubblici, Giuseppe Guarrera –. Tra i compiti che dovrà svolgere l’ispettore anche l’attività educativa sulle modalità e sul corretto conferimento dei rifiuti conferiti tramite la raccolta differenziata: un modo per prevenire e se possibile correggere i comportamenti irrispettosi che arrecano danno all’ambiente e al decoro della città”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*