Frascati, con il nuovo affidamento del Servizio Luce sarà rinnovata e efficientata l’intera rete cittadina con risparmi per le casse comunali

Frascati, il Comune aderisce alla Convenzione Consip per l’affidamento del Servizio Luce

Il Comune di Frascati, con delibera di Giunta n. del 22 giugno 2018, ha aderito alla Convenzione Consip per l’affidamento del Servizio Luce, che permetterà di intervenire su tutti i punti luce della città e sugli impianti semaforici, e di ripristinare la funzionalità dei lampioni attualmente fuori uso (542 punti luce su 4096 totali), rendendo l’intero servizio più efficiente e funzionale mediante la sostituzione di tecnologie obsolete con quelle moderne al Led. Questo risultato sarà ottenuto con finanziamenti a carico del nuovo gestore che produrranno benefici in termini di risparmio economico sui consumi di energia fino al 50%.

Il Comune di Frascati aderisce alla convenzione Consip per il Servizio Luce

Inoltre, grazie alla Convenzione Consip, saranno realizzati nuovi impianti nel Parco dell’Ombrellino, in Piazza del Gesù e di Piazza San Pietro con illuminazione artistica delle facciate della Cattedrale e della Chiesa del Gesù, nonché della Fontana monumentale di Piazza San Pietro, e sarà ripristinata l’illuminazione dell’altra Fontana monumentale del Maderno di Villa Torlonia.

Interventi questi che si aggiungono ai nuovi tratti di illuminazione pubblica nelle periferie progettati dalla amministrazione e già oggetto di affidamento, riguardanti il completamento di Via XXII Rubbia (da Via Cristiano di Magonza a Via dell’Acqua Acetosa Anagnina) e Vicolo di Grotte Maria (da Via Vanvitelli a Via della Cavona).

La decisione di procedere con l’affidamento alla società Engie, aggiudicataria del lotto in convenzione Consip, è stata assunta dopo un accurato studio sullo stato complessivo degli impianti di pubblica illuminazione, che ha evidenziato gravi criticità di tipo strutturale e tecnologico: 142 i pali e bracci della luce danneggiati e 542 corpi illuminanti (lampade) non funzionanti per limitarci alle carenze più evidenti. Per garantire un corretto funzionamento degli impianti si dovrà intervenire su molte linee di alimentazione, sostituendole o potenziandole per un totale di circa 6.000 metri, così come si dovranno sostituire alcuni quadri di comando con nuovi componenti più moderni e efficienti. Un lavoro di squadra che ha visto impegnati direttamente diversi amministratori comunali.

«La gestione corretta ed efficiente dell’illuminazione pubblica e la sua riqualificazione permetterà di incrementare un significativo risparmio energetico e economico – dichiara l’Assessore alla Smart City Alessia De Carli -. Attraverso la completa riqualificazione a LED potremo arrivare a tagliare i consumi fino al 40% e l’implementazione di sistemi di telecontrollo consentirà di abbattere i consumi di un ulteriore 5-10%. La scelta è andata su una soluzione flessibile anche in ottica Smart City, che nel tempo consentirà l’implementazione di tecnologie integrate, senza bisogno di ulteriori interventi sull’infrastruttura fisica. Attraverso la giusta illuminazione – conclude l’Assessore De Carli – sarà finalmente possibile valorizzare il territorio e incidere positivamente sulla sicurezza dell’intero sistema urbano, muovendo verso il futuro in un’ottica di sostenibilità».

«Uno studio durato 8 mesi, espressione di capacità, professionalità e lungimiranza che tiene esclusivamente conto della città. Una giusta innovazione per tutti che metterà in risalto anche le opere architettoniche del paese – aggiunge il Consigliere Gherardi De Candei».

«Viste le gravi carenze degli impianti di illuminazione pubblica e semaforici di Frascati, messi bene in evidenza da una approfondita relazione dell’Ufficio Tecnico Comunale, che ringrazio, l’Amministrazione comunale ha individuato la soluzione più efficace per superare le problematiche, con un concreto risparmio per le casse comunali – dichiara il Consigliere delegato ai Lavori Pubblici Gelindo Forlini».

La spesa annuale per la fornitura di corrente elettrica, la manutenzione ordinaria e la manutenzione straordinaria degli impianti sarà comunque inferiore agli attuali costi di gestione degli impianti di illuminazione e semaforici di Frascati. Oggi il Comune di Frascati spende € 597.989,00 circa, secondo le stime effettuate dall’Ufficio Tecnico Comunale. Con la nuova Convenzione Consip i costi annui saranno invece di € 540.000,00, ed includeranno: la sostituzione di apparecchi fuori norma non conformi alla normativa sull’inquinamento luminoso; la sostituzione dei pali di illuminazione e delle lampade con tecnologia LED; la sostituzione di lanterne semaforiche con tecnologia LED; rifacimento delle linee e dei quadri elettrici vetusti e obsoleti; l’installazione di nuovi punti luce e di sistemi di telecontrollo.

«Gli impianti di pubblica illuminazione hanno evidenziato delle carenze strutturali preoccupanti che richiedono un intervento radicale, impegnativo dal punto di vista economico e tecnologico – conclude il Sindaco Mastrosanti -. Siamo certi che la strada che abbiamo scelto sia la migliore per garantire risultati rapidi ed efficaci. Avere impianti sicuri, funzionanti ed a norma è una esigenza non differibile per le sue ricadute in termini di sicurezza per l’utenza, per la circolazione stradale, per il decoro e la valorizzazione del nostro patrimonio cittadino. Frascati tornerà a breve a brillare davvero di nuova luce, come merita».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*