Velletri – Detenuto si lesiona in carcere per protesta; Ugl Polizia Penitenziaria dice “basta”

Il Sindacato Ugl Polizia penitenziaria dice basta agli eventi critici e chiede assunzioni di Poliziotti Penitenziari. Nella mattinata del 3 dicembre un detenuto anziano di Nazionalità Italiana si lamentava fino a procurarsi con una lametta da barba numerosi tagli sulla pancia e sul braccio.

Il detenuto ha poi tirato fuori un’altra lametta minacciando chiunque si avvicinasse a lui, pretendendo anche che il Direttore del carcere andasse a parlargli i nella sezione dove stava protestando.

 

carcere velletri uglCoinvolti anche gli altri detenuti ristretti nella stessa sezione che, unendosi al primo, hanno cominciato a sbattere ogni cosa fino a frantumare i vetri di diverse finestre, oltre alle telecamere di sorveglianza. Poi hanno anche tentato di barricarsi dentro alla sezione detentiva con tre brande messe lungo il corridoio e davanti al cancello d’ingresso.

 

A denunciare il fatto sono i sindacalisti dell’Ugl Polizia Penitenziaria Carmine Olanda e Ciro Borrelli, che hanno commentato: “La Polizia Penitenziaria ha dimostrato ancora una volta di avere sangue freddo e grande professionalità, evitando l’ uso della forza. La protesta si è poi conclusa con molta difficoltà ma comunque in modo pacifico nella tarda mattinata, e ha visto trasportare in ambulanza l’anziano detenuto presso il Pronto Soccorso di Velletri per le cure del caso”.

 

“Allo stesso tempo”, aggiungono Olanda e Borrelli; “la Asl RMH di Albano Laziale deve potenziare e riorganizzare il servizio sanitario nel carcere, perché i Poliziotti Penitenziari, oltre alla difficile gestione dei detenuti a causa della carenza di personale, non possono farsi carico anche delle problematiche sanitarie. Come sindacato ci appelliamo al Ministro della Giustizia Andrea Orlando affinché il Governo si attivi per fare sbloccare il nuovo concorso per le assunzioni. Ancora una volta ci complimentiamo con tutti gli Agenti del Penitenziario di Velletri per la grande professionalità dimostrata ed esprimiamo massima solidarietà al Direttore del Penitenziario di Velletri e a tutti gli Agenti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*