Turismo: al via il contest fotografico “Ti voglio un mare di Lazio”

“Ti voglio un mare di Lazio” arriva il contest fotografico per valorizzare il litorale laziale

Valorizzare il litorale laziale in ogni suo aspetto, dal mare alle spiagge, dai paesaggi urbani a quelli architettonici. Con questo obiettivo nasce “Ti voglio un mare di Lazio”, il contest fotografico organizzato dall’associazione “Faro” con il patrocinio della Regione Lazio.
L’iniziativa, alla sua prima edizione, si svolgerà dal 10 luglio al 31 ottobre 2018 ed è rivolta agli appassionati della fotografia, professionisti o amatori, purchè maggiorenni, desiderosi di racchiudere in uno scatto le caratteristiche uniche e suggestive degli splendidi luoghi del litorale laziale.
“Il nostro obiettivo – spiega il presidente dell’associazione Faro, Andrea Mazzini – è promuovere le meraviglie che il nostro territorio offre e che da sempre sono fonte di ispirazione per artisti di ogni tipo. Questo è il primo tassello di un progetto più grande, il Mese della Fotografia 2019, che stiamo programmando con tanti partner e la collaborazione delle istituzioni locali per diffondere la cultura fotografica a Roma e nel Lazio”.

Partecipare al contest è semplice e gratuito: basta accedere al sito internet dedicato http://www.mesefotografiaroma.com/ti-voglio-un-mare-di-lazio.html leggere il regolamento, compilare il modulo di iscrizione e allegare l’immagine scelta. Dopo una prima selezione, la giuria composta da fotografi professionisti, membri dell’associazione ideatrice, sceglierà le dieci migliori fotografie.
I vincitori del concorso potranno vedere le loro immagini esposte all’interno del circuito di MFR19 – Mese della Fotografia 2019, il grande evento dedicato alla fotografia che dall’1 al 31 marzo 2019 animerà l’intero territorio della Capitale con mostre fotografiche di professionisti e amatori, incontri con gli autori, didattica, lectio magistralis, seminari, workshop e eventi
Valorizzare il litorale Laziale, arriva il contest fotografico "Ti voglio un mare di Lazio"

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*