Spese del Notaio: a quanto ammontano e perché le devo pagare (e chi le paga)

Diciamoci la verità: a chi non è capitato di chiedersi perché mai dovesse pagare le spese del Notaio? E, soprattutto, a quanto ammonterà la sua parcella, magari anche con una certa apprensione?

Si tratta senza dubbio di domande legittime, che spesso derivano anche dalla scarsa conoscenza del ruolo di questa figura che in realtà è molto importante. Da questa scarsa consapevolezza nasce dunque la confusione anche riguardo le spese notarili e il loro significato. Il primo passo dunque è quello di chiedersi: cosa fa il Notaio?

Le spese del Notaio in relazione ai suoi compiti professionali

Quando parliamo di spese del Notaio come prima cosa dobbiamo dunque far mente locale sui suoi compiti, il primo dei quali è senza dubbio la garanzia di legalità. Quando ci rivolgiamo a un Notaio sapremo dunque sempre che gli atti da lui redatti saranno in tutto e per tutto conformi alla legge, avranno una forte validità legale e che anche con il passare degli anni avremo a disposizione un documento praticamente inattaccabile.

spese del notaioSi tratta quindi di una garanzia sia nei confronti dello Stato – che demanda a questo professionista il controllo su una serie di atti di norma di grande rilevanza sia sociale sia per il cittadino – sia nei confronti del cittadino stesso, che viene tutelato dal lavoro di questo professionista.

Ecco dunque che la spesa notarile assume un primo, importante, significato: la garanzia di legalità per la nostra massima tranquillità, appunto. A questo proposito, il Notaio provvederà in alcuni casi anche a svolgere diverse verifiche previste dalla legge.

Tra i diversi significati che assume la spesa per il Notaio, vorremmo poi sottolinearne un altro che ci sembra rilevante: il forte valore legale dei suoi atti. Per questo si suol dire che l’attività notarile sia preventiva rispetto ai conflitti che possono nascere.

Tanto che un famoso giurista, Carnelutti, ebbe a dire “Tanto più Notaio, tanto meno giudice”, proprio a indicare che più si ricorre a questo professionista per i propri atti, anche quando non esiste uno specifico obbligo fi legge, quanto meno si rischia di veder nascere controversie che potrebbero anche trascinarci in tribunale.

In questo elenco non esaustivo vale la pena ricordare che tra le spese del Notaio figura anche una serie di tasse e imposte che questo professionista, in qualità di sostituto d’imposta, provvede a riscuotere e quindi a versare per nostro conto allo Stato.

Spese del Notaio: a chi spetta pagare?

La scelta su a chi spetti pagare le spese del Notaio e in che misura è in realtà abbastanza libera e può essere oggetto dei più diversi accordi tra le parti: anche perché, è bene ricordarlo, un Notaio è e deve sempre essere super partes, questo significa che dovrà tutelare gli interessi di tutte le parti in egual modo, indipendentemente da chi sia a pagare il conto alla fine.

Detto questo, va però segnalato che vi sono alcune abitudini ormai invalse: il caso senza dubbio più tipico è quello delle spese per compravendite immobiliari, che di norma spettano all’acquirente. Attenzione però: si tratta appunto di un’abitudine, di una convenzione: nulla vieta che le parti si accordino diversamente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*