La Top Runners Castelli Romani alla “Best Woman” 2016

Molto numerosa la partecipazione a questa 27^ edizione della “Best Woman” , comunque non da record, con i suoi 2.200 iscritti in gara. La Top Runners Castelli Romani è stata presente in buon numero grazie ai 28 partecipanti accorsi di buona lena, come ogni domenica, a rappresentare la società. Tra questi , due sono stati coloro che hanno potuto godere dei meritati premi di categoria, cosa non facile da ottenere in questo genere di manifestazioni dove le presenze sono a tre zeri. Da sottolineare quindi il 2° posto di Marco Quaglia conquistato nella cat. M35 con il tempo di 33’24”.

 

top runners best womanOttimo anche quello di Devis Allegri, 8° in 35’25” all’arrivo. Dopo pochissimo al traguardo Massimo Middei in 36’09”, seguito con intervalli di alcuni secondi l’uno dall’altro, da Gianni Giansante, 36’58”, Emiliano Scarsella, 37’30”, Alberto Di Lernia, 38’01”, Andrea Rapali, 39’02” e da Francesco Tambone in 39’43”. Dopo i 40 minuti al traguardo Orlando Caporro in 44’47”, che ha preceduto Gianluca Marconi, 45’19”, Andrea Del Coiro, 48’40”, Carlo Mastrantoni, 48’12”, Giancarlo Diana, 48’54”, Romina Paolucci, prima tra le nostre girls in 48’26”, Marco Di Livio, 48’36”, Marcello Angeloni, 49’20” e da Debora D’Albenzo arrivata in 49’24”. Trascorsi i 50 minuti dalla partenza ecco all’arrivo Andrea Tommaso Sciuto in 51’40”, Alessia Giorgi, ottimo rientro dopo una lunga paura dalle gare , 52’02”, Francesco Ricasoli, 56’17”, Tommaso Fruci, 56’18”, Luigina Di Cristofaro, 58’00”, Beatrice De Marzi, 57’59”, Pamela Papa, 1h00’17”, Marco Morelli, 1h02’17”, Chiara Cataldo, anche per lei buon rientro in gara, dopo 1h03’50”, Giuseppe Naimo, 1h11’19” e Paola Faleni in 1h11’58”.

 

Parlato della prova con i suoi dati tecnici, da commentare alcune esternazioni venute da più parti secondo le quali questa, come altre manifestazioni che purtroppo sono in aumento, non ha tenuto in alcun conto di offrire a tutti gli iscritti un adeguato pacco gara, rapportato a quello che è stato il costo dell’iscrizione abbastanza oneroso.

 

Sono stati considerati, sempre come è stato affermato, solamente coloro che sono riusciti ad andare in premiazione, mentre tutti gli altri che in fondo sono coloro che finanziano con la propria presenza la manifestazione, non hanno avuto praticamente niente e per di più chi è arrivato nelle retrovie non ha trovato neanche la necessaria acqua per reidratarsi presso il ristoro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*