Genzano: in 48 ore il Commissariato denuncia 2 persone e arresta un puscher

Il primo ad essere denunciato dagli agenti del commissariato Genzano è stato un uomo che, per procurarsi medicinali di varia natura, ha infranto il vetro di una finestra di una struttura sanitaria e, una volta all’interno della stessa, ha forzato vari armadi.

Il malvivente è stato però visto da un cittadino che ha chiamato il NUE: subito è arrivata una pattuglia della Polizia di Stato che non gli ha consentito di portare a termine il suo intento criminoso; tentato furto aggravato il reato di cui è accusato.

denunciate 2 personeUn minorenne è stato invece denunciato, dagli investigatori dello stesso ufficio, durante un servizio antidroga davanti alle scuole.

Appostati nei pressi dell’istituto scolastico, i poliziotti hanno visto il ragazzo consegnare un involucro ad un coetaneo e ricevere, in cambio, una banconota. Intervenuti immediatamente, il giovane ha consegnato loro 3 involucri, simili a quello venduto poco prima, contenenti hashish; nel portafogli 170 euro, provento dell’illecita attività.

A casa inoltre, nell’armadio della sua camera da letto, nascondeva altre 3 dosi della stessa sostanza e materiale per il loro confezionamento: spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, con l’aggravante della cessione effettuata in prossimità di una scuola e destinazione della sostanza a minori, il crimine da lui commesso.

A finire in manette I.I.A., pusher 18enne con diversi precedenti specifici di polizia.

Durante un servizio mirato alla lotta dei reati in materia di stupefacenti, gli agenti in borghese hanno visto 4 ragazzi che, in un parcheggio, parlavano tra loro con fare guardingo e li hanno controllati: uno di loro ha subito tirato fuori dalla tasca dei pantaloni un pezzo di hashish. Accompagnato in commissariato per ulteriori accertamenti, I.I.A. è apparso piuttosto nervoso e, poco dopo, ha tirato fuori dagli slip 8 dosi della stessa droga; nel portafogli 200 euro di cui non ha saputo dare contezza.

Nella sua abitazione, in camera da letto, gli investigatori hanno scovato 1 dose di hashish, 2 di marijuana e materiale utilizzato per confezionarle.

Fonte: Questura di Roma

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*