Orari di apertura e linee di indirizzo per le donazioni di materiale documentario biblioteca BiblioPop “Giselda Rosati”

Recentemente l’Esecutivo Acab ha approvato la regolamentazione delle donazioni. Cogliamo l’occasione per comunicare che l’apertura al pubblico dal 7 ottobre (salvo inconvenienti inerenti la quotidianità che coinvolge il personale tutto volontario che ricopre compiti per BiblioPop) avverrà per sei giorni – domenica esclusa – dalle 9 alle 13. E per cinque giorni – escluso sabato e domenica – dalle 15 alle 19. Cioè con una offerta oraria pari a più del doppio di altre biblioteche qui operanti.

Analogamente a quanto vige nelle istituzioni simili alla nostra, anche se giuridicamente più forti perché pubbliche, o sostenute da fondazioni o statali, come Associazione Acab, responsabile della gestione materiale e degli indirizzi d’uso di BiblioPop, abbiamo adottato linee di indirizzo per le donazioni. L’approvazione del documento porta la data del 26 settembre 2018.

PREMESSA

Le biblioteche di pubblica lettura hanno lo scopo di allestire delle raccolte aggiornate e attuali; il loro patrimonio cresce attraverso un processo organico e continuo, frutto di una consapevole politica degli acquisti, quando possibile, ovvero secondo donazioni libere di scrittori, di editori, di cittadini o altri soggetti operanti nella società marinese.

Le nuove accessioni devono essere coerenti con quelle già presenti, per formato, contenuto, livello di specializzazione, lingua. Fra i compiti delle biblioteche pubbliche, ed anche questa nostra a carattere “popolare”, non rientrano finalità di conservazione, a esclusione per ciò che riguarda la documentazione locale, in coerenza con la politica generale di sviluppo delle raccolte, la disponibilità degli spazi, i costi gestionali.

Il buono stato fisico di conservazione del materiale è premessa indispensabile per l’accettazione di qualsiasi donazione.

Possono essere accolte donazioni di libri e dvd; raramente di enciclopedie, opuscoli, riviste; sono del tutto escluse donazioni riguardanti video e audiocassette.

Doni di singoli documenti o fondi interi vengono accettati se, coerenti con la natura e le finalità delle biblioteche, arricchiscono le collezioni esistenti o colmano lacune.

L’offerta di materiale già posseduto viene accolta se favorisce esigenze di servizio o di conservazione.

L’ omaggio di opere è trattato con la massima discrezionalità e valutato secondo i principi che regolano le altre donazioni.

Donazioni e omaggi di documenti possono quindi essere respinti.

Il donatore concede piena libertà di gestione del materiale ceduto, essendo a conoscenza che il bibliotecario, potrà comunque optare per lo scorporamento del fondo, la cessione ad altri istituti o associazioni, lo scarto o la vendita (il cui ricavato andrà per l’acquisto di nuove opere) di tutto o parte del materiale donato.

La valutazione di merito del materiale in donazione rientra nelle competenze esclusive del bibliotecario, il quale, a suo insindacabile giudizio, definisce modalità di gestione e di conservazione dei documenti donati.

L’utente interessato a una donazione deve inviare l’ elenco delle opere, indicando gli elementi essenziali per la loro identificazione: autore, titolo, casa editrice, anno di edizione.

Non sono accettate consegne dirette di materiale in donazione, senza previo accordo con il bibliotecario.

Con l’occasione ringraziamo i numerosissimi cittadini, di Marino, ma anche di altri comuni, che hanno donato e continuano a donare libri e documenti che sono parte della linfa vitale di cui si nutre BiblioPop.

Associazione Comune Autonomo Boville

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*