Resoconto Riunione per la difesa del Vincolo su Torre Maggiore

Sabato 6 ottobre, presso la sede di via Turati a Pomezia, si è svolta la riunione informativa per la difesa del vincolo su Torre Maggiore. L’incontro, organizzato dall’Associazione Culturale Tyrrhenum in collaborazione con l’Associazione Latium Vetus, è stata l’occasione per aver maggiori informazioni sul vincolo paesaggistico “Ambito delle tenute storiche di Torre Maggiore, Valle Caia e altre della Campagna Romana” che è stato apposto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali a novembre del 2017.

momento della riunioneTale vincolo, che interessa circa duemila ettari del territorio di Pomezia e Ardea, pone un freno alla costruzione di diversi impianti per il trattamento e lo smaltimento di rifiuti in una zona che, dal punto di vista geografico è un unicum, mentre, dal punto di vista amministrativo, è divisa tra quattro Comuni (Pomezia, Ardea, Roma e Albano).

Il Ministero ha deciso (per la sesta volta, dopo i vincoli del 1914, 1917, 1920, 1940, 1995) che questa parte della Campagna Romana è degna di tutela in quanto ultima testimonianza del sistema di torri di avvistamento e di vedetta che, comunicando tra loro, permetteva il controllo dell’antico tracciato della via Ardeatina, e quindi la sorveglianza della zona a sud di Roma.

Il sorgere di nuovi capannoni industriali toglierebbe luce alle torri che, non essendo più in contatto visivo tra loro, verrebbero isolate e perderebbero la loro ragione d’essere, senza contare i più che legittimi dubbi legati ad un’ulteriore congestione della viabilità (che, con le strade attualmente presenti, non sarebbe in grado di sopportare un aumento considerevole del traffico veicolare dovuto al passaggio continuo dei camion da e per gli stabilimenti), alla salute pubblica (nella zona sono già presenti quattro impianti a rischio di incidente rilevante che trattano materiali e sostanze potenzialmente dannose per l’uomo in caso di incidente) e alla qualità della vita dei quartieri già esistenti (chi di noi vorrebbe vivere in un posto circondato da impianti che trattano i rifiuti?).

Inizialmente, dato l’argomento di interesse generale, si era pensato di organizzare l’iniziativa presso la Sala Consiliare del Comune di Pomezia. Purtroppo, con una mail del 1 ottobre, la Presidente del Consiglio Comunale ci comunicava che, a causa di una non ben definita ordinanza dei Vigili del Fuoco, la Sala Consiliare non può ospitare più di trentacinque persone e, per questo motivo, l’Aula non ci è stata concessa (e quindi in questo modo abbiamo scoperto che, con le attuali condizioni, contando il numero di assessori e consiglieri, sembrerebbe che ai cittadini di Pomezia sia preclusa la possibilità di partecipare alle convocazioni del Consiglio comunale).

L’assemblea è terminata ricordando il prossimo appuntamento che è previsto per il 16 ottobre: proprio in questo giorno, infatti, ci sarà l’udienza della II Sezione del Tribunale Amministrativo del Lazio in merito al ricorso, presentato da privati, contro il Vincolo paesaggistico.

Per l’occasione, le due Associazioni stanno organizzando una manifestazione davanti agli uffici del TAR. Chi fosse interessato a partecipare, può inviarci una mail (ass.tyrrhenum@gmail.com) o telefonare ai numeri 331/7996787 e 347/1729031.

Associazione Culturale Tyrrhenum

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*