Piccole Guide, il progetto di didattica del Parco dei Castelli Romani

Il Parco dei Castelli Romani sta realizzando con le classi di scuola primaria III C e III D dell’Istituto Comprensivo Frascati 1 “E. Dandini”, un progetto di didattica con la finalità di diffondere la conoscenza dei valori naturali e culturali dell’area naturale protetta. L’attività didattica, suddivisa in tre fasi ha una durata triennale. Il luogo di studio è il sentiero 501 che da Villa Falconieri giunge fino all’area archeologica di Tuscolo, un itinerario ricco di natura e storia.

progetto di didatticaIl percorso di educazione ambientale porterà i bambini a diventare passo dopo passo: “Piccole Guide – Guide Esperte – Ragazzi del Parco”, motivandoli alla scoperta del territorio di appartenenza e puntando sulla loro innata curiosità per ciò che li circonda.

Il primo anno in cui l’attività è denominata: “Piccole Guide”, gli alunni si dedicheranno ad approfondire la conoscenza naturalistica del luogo scelto, in modo da poter effettuare una visita guidata lungo il sentiero alla quale potranno partecipare sia i genitori che altre persone interessate.

Per diventare “Piccole Guide”, già da metà ottobre 2018, gli alunni stanno svolgendo visite sul campo e lezioni frontali. Dopo aver individuato alcuni elementi caratteristici lungo il percorso li approfondiscono in classe, con ricerche in biblioteca o internet, volte a sviluppare le tematiche scelte per raccontarle ed illustrarle in primis ai supervisori dell’attività formativa, gli esperti del Parco. Nella seconda visita sul campo si stabiliscono le stazioni di racconto con i relativi argomenti da trattare.

La terza visita sarà una vera e propria simulazione della visita guidata finale e la successiva lezione in classe servirà a definire e mettere a punto le varie stazioni di racconto lungo l’itinerario, in relazione ai contenuti, sempre con il supporto del personale dell’ufficio di educazione ambientale. Ultimo step di questa prima fase del progetto, sarà la visita guidata vera e propria.

Ufficio stampa Parco dei Castelli Romani

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*