Il Leone d’Oro torna a “ruggire”… per consacrare l’eccellenza italiana

Di Edoardo Baietti

Il Leone d’Oro torna a “ruggire” per consacrare il talento italiano. L’imprenditoria nostrana trionfa a Montecitorio, in una meravigliosa Sala della Regina su cui troneggiava lo storico emblema della Serenissima.

Figure di spicco del mondo aziendale ma non solo. Protagonisti indiscussi del mondo dello spettacolo, dell’arte, della scena accademica e delle relazioni internazionali in prima fila per qualificare la mattinata.

Un parterre, dunque, decisamente eterogeneo: Riccardo Cocciante, Matilde Brandi, Carolina MarconiAlessandra Canale, al pugile Nino La Rocca, S.E. Cardinale Coccopalmerio e i Cugini di Campagna sono solo alcuni tra i nomi che hanno figurato lo scorso venerdì.

Cugini di Campagna 2 Alessandra Canale Carolina Marconi Isabel Russinova
La consegna delle pergamene ai Cugini di Campagna, Alessandra Canale, Carolina Marconi e Isabel Russinova

Una “sfilata” di stelle in piena regola quella che si è svolta alla Camera dei Deputati in occasione della nuova edizione del Gran Premio Internazionale di Venezia, una rassegna di caratura internazionale, la più prestigiosa nel suo genere, nata per consacrare l’energia e la creatività declinate nei più vari livelli di quel tripudio di talenti che dà forma viva al nostro Paese.

Al tavolo dei relatori, non poteva mancare il Presidente del Comitato,il dott. Sileno Candelaresi, che in oltre undici anni ininterrotti di presidenza ha infuso tutte le proprie energie nella realizzazione di una rassegna di livello sempre più alto edizione dopo edizione.

Il Leone d’Oro, emblema delle conquiste socioculturali degli ultimi 70 anni”, queste le parole del presidente ai microfoni del Gran Premio, “non smette di crescere, esplorando i sentieri dell’eccellenza umana. Uno tra questi è il Leone d’Oro per l’imprenditoria (istituito nel 2008), che insieme al Leone d’Oro per la Pace costituisce la veste definitiva della rassegna nata nell’ormai lontano 1947”.

Nino La Rocca Matilde Brandi
La premiazione di Nino La Rocca e Matilde Brandi
Una splendida Luz Adriana Sarcinelli (attice e conduttrice,vincitrice del Leone d’Argento come miglior attrice 2016) ha moderato l’incontro, non mancando di alternare momenti “istituzionali” ad una sottile ironia che ha contribuito a creare quel piacevole clima di distensione che, nell’arco della sua storia, ha reso grande il marchio del Leone d’Oro.

La conduttrice Luz Adriana Sarcinelli
La conduttrice Luz Adriana Sarcinelli

Sul fronte organizzativo, essenziale citare anche la Fondazione Foedus presieduta dall’onorevole Mario Baccini.

Tra i relatori che sono intervenuti nel corso della mattinata, i vice presidenti del comitato di Presidenza Ing. Dott. Francesco Vannozzi, Avv. Carlo Scorza e l’avv. Leopoldo Lombardi nonché i membri del Comitato di Presidenza Dott. Leopoldo Marzano, Avv. Carmelo Monaco, dott. Walter Scognamiglio,il Senatore Mario Baccini Presidente Onorario del Leone D’oro per la Pace,  il dott.Roberto Nardella (presidente Confimea – Confindustria piccole e medie imprese, il dott. Edoardo Baietti (ufficio stampa), Detto Mariano (musicista e arrangiatore) e il dott. Andrea Barbieri (direttore editoriale del periodico on line RAI –tvnumeriuno.it)

Danilo Iervolino Flavia Pansieri On. Baccini premiano S.E. il Cardinale Francesco Coccopalmerio On. Baccini con il prof. Nino Marazzita

In ordine, la premiazione del dott. Danilo Iervolino (Presidente dell’Università Telematica UniPegaso), della dott.ssa Flavia Pansieri (già Vice Alto Commissario per i Diritti Umani delle Nazioni Unite), di S.E. Cardinale Francesco CoccoPalmerio e del prof. Avvocato Nino Marazzita. Ad affiancare il presidente Candelaresi e la conduttrice Luz Adriana Sarcinelli, l’Onorevole Mario Baccini.

L’emozionante racconto della storia del Leone d’Oro, scandito dalla voce di Luz, è stato poi seguito dalla consegna dei Riconoscimenti speciali alla Carriera e delle nomination per la Targa del Leone d’Oro, il Leone d’Argento e, ovviamente, il Leone d’Oro, premi che verranno consegnati, come d’obbligo e tradizione, proprio a Venezia.

La macchina organizzativa del Leone d’Oro, infatti, è adesso già all’opera per tornare nel cuore pulsante della natia Venezia in occasione della serata finale di questa edizione, che si terrà il 1 dicembre 2018. Manca poco, infatti, alla consacrazione definitiva del talento italiano, che troverà ragion d’essere sotto i migliori auspici di un cielo stellato e l’egida di un Canal Grande fulgido come non mai.

Elenco degli ospiti illustri che hanno ricevuto il Riconoscimento Speciale:

S.E. Cardinale Francesco Coccopalmerio

Generale Sebastiano Falla (Direttore centro polispecialistico Arma dei Carabinieri),

Generale Carlo Minchiotti (Arma dei Carabinieri)

Generale Girolamo Petrachi (Vice direttore sanità militare Arma dei Carabinieri).

Colonnello Giulio Oliva (Arma dei Carabinieri, On. Enrico La Loggia, On. Aristide Guanella

Dott.ssa Flavia Pansieri (già Vice Alto Commissario per i Diritti Umani delle Nazioni Unite)

Prof. Onorato Bucci, membro del pontificio vaticano (Comitato di scienze storiche e Consultore del pontificio consiglio dei testi legislativi).

Riccardo Cocciante,I Cugini di Campagna, Matilde Brandi, Carolina Marconi, Avv. Alessandro Comanducci vice Direttore Generale di Rai TV, il giornalista Luciano Onder,Alessandra Canale storica annunciatrice Rai, alla dott.ssa Lucilla Quaglia giornalista del Messaggero, al giornalista Fabio Cappelli, al giornalista Leonardo Metalli, l’artista Gabriele Marconi, alla Senatrice Paola Pelino, alla giornalista Maria Rosaria Gianni, al giornalista del tg 1 economia Loris Gai, al Maestro Vince Tempera, al cantautore Domenico Fiumano’ Viola, al Regista Claudio Risi e al Produttore Giuseppe Bonito.

Tra le premiazioni illustri figurano anche i conferimenti al Maestro Ugo Nespolo, al dott. Danilo Iervolino presidente dell’Università Telematica UniPegaso, al regista e scrittore Francesco Antonio Castaldo, all’imprenditore Angelo Fiengo, all’Avv. Nino Marazzita, all’attrice Isabel Russinova, al gruppo musicale “GEISHA” (formato da Marco Gaiani, Jader Felici, Samuele Lucatini, Emanuele Mazzoni), al prof. Giuseppe Fabrizi, dermatologo pediatrico, a Giuseppe Sorbera della Saver Imbarcazioni, ai proprietari del Ristorante Mimi alla Ferrovia di Napoli nelle persone di Salvatore Giugliano e Michele Giugliano,    al Maestro Gloria Lanni, al Rag. Mauro Pinna, al giornalista Luigi Camilloni, al prof. Claudio Letizia, a tanti  imprenditori di successo Angelo Fiengo, Cristofaro Lentino, Vito Marchitelli, Rocco Mastellone, Domenico Campagnuolo, Luca Giordano, Paolo Annunziata, Francesco Rossacco, Marcello Marano, Salvatore Valecce, Annamaria Alfani, al pastificio di Livorno Roberto Chiesa e Salvatorica Sanna nonché anche a Simona Campanella, Maurizio Bulleri, al cuoco Fabio Campoli,alla dott.ssa Antonella Cortese, al dott. Nicola Di Franco, Giancarlo Laici,Enzo Longobardi,Lorenzo Losa, Antonino Mancuso, Flavio Natalia, L’attore e scrittore Claudio Pallottini, Giuseppe Puzzo, Filippo Alessandro Risulo, Simona Salmin, al Prof. Lino Turatti, Dott. Ferdinando Ventura, Irene Venturo, dott.ssa Alessandra Zazzero, Paolo Andreozzi, Rag. Mauro Pinna, dott. Luigi D’Amato, al Prof. Avv. Nino Marazzita e al giudice Dott. Antonio Marini.

(Fotografi ufficiali Mario Filetici/Pietro Nissi)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*