Lanuvio: Comitato Federale PCI Castelli romani che ha eletto la nuova segreteria di Federazione

Nella giornata domenica, 20 gennaio, si è riunito il comitato federale del PCI Castelli Romani. La riunione, all’inizio, è stata caratterizzata dalla proiezione di un documentario sulla storia del PCI a cui ha fatto seguito un intenso dibattito che ha coinvolto, con passione ed entusiasmo, tutte le compagne ed i compagni dell’organismo dirigente riunitosi nella sua sede, la sezione PCI “Antonio Gramsci” di Campoleone.

Oggi – ha esordito il neo-segretario del PCI Castelli Romani Andrea Sonaglioni, eletto all’unanimità alla fine del mese scorso – abbiamo iniziato la nostra assemblea con i filmati che ripercorrono la nostra gloriosa storia: dalla fondazione (di cui oggi ricorre il 98° anniversario), alla clandestinità durante il Ventennio, la Resistenza, la lotta di Liberazione, la Costituente, le grandi conquiste sociali e civili, il partito di massa. Una storia di cui serbare memoria, di cui andare fieri e per la quale continuare ad impegnarci sul territorio.

Successivamente Sonaglioni, ha formulato la proposta dei nomi che insieme a lui comporranno la Segreteria del partito: Roberto Borri (Presidente del comitato federale), Agnese Palma (Tesoriere), Antonio Lucignano e Valentina Faraoni. Il comitato federale ha sostenuto nuovamente all’unanimità la proposta e pertanto la nuova segreteria del PCI Castelli Romani si è insediata.

È importante per noi dotare il partito del suo gruppo dirigente, rinnovato nelle persone e nell’organizzazione. Un partito che sappia raccogliere le istanze dei lavoratori, dei disoccupati e degli emarginati, sappia interpretarne i desideri e le ambizioni. Un partito che sia baluardo della giustizia sociale, della correttezza e del rispetto tra gli individui. Un partito che sia collante delle forze della sinistra che in questo periodo storico faticano a raccogliere consensi e che, con il loro concorso, torni a presentare ai cittadini la sua prospettiva di una società nuova, libera dallo sfruttamento e dai soprusi, in cui uguaglianza e progresso, diritti sociali e civili trovino approdo e riconoscimento. Questa è, da sempre, la missione del Partito e questa è la direzione del nostro impegno.

Al termine dell’assemblea, la nuova segreteria ha poi esortato tutte le forze politiche e sociali, associazioni e liberi cittadini dei Castelli Romani, ad essere presenti al consiglio comunale di lunedì 21 a Lanuvio che discuterà, su richiesta della sinistra lanuvina, le dimissioni della consigliera di maggioranza Gabriella Ferrari per aver recentemente pubblicato immagini di una sua visita alla cripta di Mussolini con annessi messaggi di compiacimento e nostalgia.

Riteniamo doveroso dare sostegno all’azione della sinistra di Lanuvio affinché il dettato costituzionale, sorto a seguito della Resistenza al nazi-fascismo e della lotta di liberazione, diventi pratica e sostanza così da tutelare la credibilità delle istituzioni democratiche.

PCI Federazione Castelli Romani

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*