Ippodromo Capannelle: lavoratori di Marino e Ciampino a rischio, la nota di Ambrogiani (PD)

E’ sempre più preoccupante la situazione di stallo in merito alla vertenza tra la società Hippogroup, gestore dell’ippodromo Capannelle, e la giunta comunale della sindaca Raggi. Da una parte, l’assessore capitolino Daniele Frongia afferma che la situazione è la stessa da due anni, il gestore può far ripartire le corse, anche subito, tacendo invece sul prezzo del canone di affitto da far pagare alla società Hippopgroup. La quale senza una precisa dichiarazione sul costo del contratto in essere non può chiaramente programmare il futuro della corse nell’impianto della Capitale.

Siamo di fronte ad una situazione assurda, con centinaia di posti di lavoro a rischio, e tanti di questi che sono residenti nei Comuni di Marino e Ciampino. Come segretario del Pd Marino, voglio dunque rivolgere un appello all’assessore Frongia affinché avvii finalmente le procedure di espletamento del bando di gara per la futura gestione dell’ippodromo – dopo una attesa lunghissima di tre anni -, e fissi un prezzo di canone sulla falsariga di quanto già delineato dalle amministrazioni precedenti: in questo modo si creerebbero i presupposti per far ripartire l’attività e assicurare posti di lavoro. Le famiglie dei lavoratori e gli appassionati dell’ippica non meritano tutto questo, la giunta Raggi abbia il coraggio di rilanciare l’ippodromo Capannelle.

Così, in una nota, il segretario Pd Marino, Sergio Ambrogiani.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*