Guida alla ristrutturazione ad Albano Laziale: dal Piano del Colore al Prg

I Castelli Romani sono una zona perfetta per vivere: a due passi dalla Capitale ma, allo stesso tempo, in borghi pieni di storia, natura e con tanti servizi.

La vita nei comuni dell’hinterland romano, insomma, è a misura d’uomo ed è proprio per questo motivo che moltissime persone stanno lasciando Roma per spostarsi in comuni come Albano Laziale, Genzano, Ariccia o Ciampino.

ristrutturazione ad Albano LazialeIl mercato immobiliare, insomma, è più vivo che mai tra acquisti, vendite e ristrutturazioni.

Il trend del momento, infatti, è quello di vendere piccoli appartamenti a Roma per acquistare residenze autonome o con giardino nei Castelli ed utilizzare la somma avanzante per lavori di restyling e modernizzazione.

Città che vai regole che trovi, però, e non informarsi prima di dare il via ai lavori vuol dire ritrovarsi con spiacevoli sorprese in fase di preventivo.

Per orientarsi nel complesso mondo dei prezzi, un buon consiglio è quello di confrontare preventivi per le ristrutturazioni. Come fare per non impazzire tra ditte di ogni sorta?

Sul portale Ristrutturazioni.com, per esempio, mandando una richiesta gratuita, l’utente viene messo in contatto con le migliori imprese della zona.

A fare una scrematura iniziale, selezionando solo le ditte più all’avanguardia o più adatte al tipo di lavoro, è l’organizzazione interna del sito.

Ristrutturazioni.com, ad ogni modo, è solo uno dei numerosi portali esistenti. Sul web ne esistono tantissimi altri, anche se non tutti dedicano la stessa cura alla selezione delle imprese.

Piano del Colore e Prg ad Albano Laziale

Chi ha in mente di ristrutturare un’abitazione indipendente a Cecchina, tanto per citare una delle zone residenziali più popolose, deve sapere che non potrà sbizzarrirsi con colori sgargianti o persiane azzurre perché l’intero quartiere è regolato da un Piano del Colore prestabilito nell’ambito del progetto Plus, Piano Locale di Sviluppo Urbano.

dal piano colore al prgChi invece per realizzare un nuovo immobile ex novo si trova a dover abbattere un albero ad alto fusto, dovrà provvedere alla reintegrazione dello stesso entro i limiti della stesa proprietà.

Un attico con vista esclusiva sull’intera città? Impossibile ad Albano Laziale dove la legge impedisce la realizzazione di edifici con più di quattro piani fuori terra per un massimo di 14,50 metri.

È quanto prevede il Piano Regolatore anche se poi molto dipende dalla zona in cui si ha intenzione di intraprendere la ristrutturazione.

La città che dà il nome al lago vulcanico più profondo d’Italia è infatti suddivisa in sette zone:

  • centro storico A
  • zona completamente edificata B
  • zona di espansione C
  • zona industriale D
  • zona agricola E
  • zona per attrezzature e strutture di interesse generale F

Dopo l’acquisto dell’immobile da ristrutturare, chiedere il sopralluogo di un esperto è fondamentale per capire cosa si può fare in termini di lavori e cosa invece è urbanisticamente impossibile.

Con le normative, del resto, non si scherza e forzare la mano potrebbe equivalere, prima o poi, ad un sequestro.

Hai dubbi in merito?

Non esitare, rivolgiti allo sportello unico per l’edilizia del Comune di Albano.

Un esperto saprà rispondere a tutte le tue domande e chiarirti cosa puoi fare e cosa no in fase di ristrutturazione, di quali permessi hai bisogno e come muoverti in questo complesso settore

Ditte e imprese di ristrutturazioni nei Castelli

Ora che abbiamo chiarito l’importanza della normativa vigente, resta da risolvere il problema delle imprese.

Come trovare le migliori?

Un errore che commettono molti è quello di pensare che per ristrutturare casa ad Albano ci si debba rivolgere necessariamente ad imprese di quel determinato comune.

In effetti nelle grandi città esistono ditte all’avanguardia, in grado di eseguire lavori chiavi in mano a prezzi interessanti, che sono ben disposte a spostarsi in qualunque comune della provincia, della regione o dell’hinterland.

Su portali di cui abbiamo parlato poc’anzi, basta dare uno sguardo alle sezioni dedicate alle imprese per città per rendersi conto della vastità dell’offerta esistente.

Una grande ditta, con nell’organico tutti i professionisti necessari alla ristrutturazione, molte volte riesce a fornire prezzi più competitivi rispetto all’artigiano di paese che fa tutto da sé e che può seguire un solo cantiere per volta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*