Marino, San Barnaba Apostolo: terminate le celebrazioni per il IV centenario del Patrono

Ringraziamo le autorità intervenute e quanti hanno partecipato alla realizzazione delle iniziative messe in campo.

Le celebrazioni per il IV Centenario del Santo Patrono di Marino San Barnaba Apostolo sono terminate registrando un successo sia in termini di realtà coinvolte nella realizzazione degli eventi sia in termini di presenze agli stessi.

Importante e piena di significato – ha dichiarato il Sindaco Carlo Colizza – è stata la collaborazione con la Parrocchia, come ha avuto modo di sottolineare anche Mons Pietro Massari nel corso della benedizione finale al termine della processione storica. Comunità religiosa e comunità laica hanno fatto quadrato attorno a un progetto e lo hanno realizzato insieme. San Barnaba sarà sicuramente contento degli onori che gli abbiamo tributato in questi giorni.

Un ringraziamento doveroso a tutte le autorità civili, militari e religiose intervenute in particolare alla Vice Sindaca Metropolitana M. Teresa Zotta, al neoeletto Sindaco di Ciampino Daniela Ballico, all’Assessore delegato di Castelgandolfo Alberto De Angelis, al Maggiore Emanuele Tamorri Comandante Compagnia CC di C. Gandolfo e ai due Comandanti di Stazione L.te Simmaco Vigilante e L.te Marcello Michienzi, al Vice Commissario Fabrizio Alviano in rappresentanza del Commissariato PS di Marino e al Capo Sede dei Vigili del Fuoco di Marino Alfredo Ulizi presente con Massimiliano Vesica.processione religiosa

Anche se la Festa di quest’anno è velata di dolore e malinconia per il tragico evento accaduto a Rocca di Papa che ha visto coinvolti il Sindaco Emanuele Crestini, il delegato Vincenzo Eleuteri, deceduto l’altro ieri, e i piccoli ospiti dell’asilo adiacente la sede comunale dove è avvenuta l’esplosione. Il Vescovo S.E. Mons. Marcello Semeraro li ha ricordati all’inizio della Santa Messa invitando i fedeli a pregare per loro. Oggi il nostro pensiero va al collega Sindaco che sta ancora lottando in Ospedale. Forza Emanuele, siamo tutti con te in questa battaglia!

Prezioso il contributo culturale fornito da Ugo Onorati concretizzatosi nelle due pubblicazioni in onore del Santo Patrono e nelle due conferenze di presentazione delle stesse che hanno permesso ai partecipanti di scoprire informazioni inedite raccolte da Onorati grazie alle sue importanti ricerche d’archivio.

La massiccia partecipazione delle Associazioni culturali e dei Comitati di Quartiere è stata sottolineata dall’Assessore alla Cultura Paola Tiberi

Grazie al fattivo contributo fornito dalle nostre Associazioni, Comitati, Oratori, ma anche Pro Loco Marino, Accademia Castrimeniense, Centro Anziani, Avis, Caritas, CRI, Protezione Civile, Concerto Filarmonico Ugolini la città ha potuto fruire di iniziative che ci hanno riempito d’orgoglio: basti pensare al tappeto umano e di segatura che si è srotolato su Corso Trieste nella preparazione del Tralcio di Vita in onore di San Barnaba ideato dal Comitato Madonna de U Sassu.

Una esperienza di condivisione durata fino a notte! E che dire del Raduno degli Sbandieratori che hanno riempito di colori e di suoni il centro storico della città in un’assolata domenica di festa grazie al nostro Scudo di Lepanto? A tutti va il nostro più sentito ringraziamento per aver accettato di festeggiare insieme il Santo Patrono! A Don Pietro il compito di custodire i 10 tondi raffiguranti la vita del Santo realizzati dagli artisti dell’Accademia Castrimeniense e donati alla Parrocchia.

Mi unisco ai ringraziamenti fatti dall’Assessore alla Cultura – ha dichiarato Ada Santamaita Assessore alle Attività Produttive – a Comitati e Associazioni. Ad essi vanno aggiunti quelli alle Associazioni di categoria, ai produttori vitivinicoli, ai fornai e alle pasticcerie che hanno voluto omaggiare il Patrono con la creazione dei particolari biscotti a lui dedicati e con il Vino di San Barnaba secondo antiche ricette rivisitate per l’occasione.

Desidero anche sottolineare l’impegno dei ragazzi del Centro di Formazione Professionale Alberghiero, protagonisti con l’Associazione Cuochi di Roma del Convivio Fraterno realizzato dalla Caritas in piazza San Barnaba il 4 giugno e l’EDFA per il meraviglioso allestimento floreale dell’altare maggiore della Basilica. Un grazie anche alle nostre fioraie de IL PETALO e LE PETITE FLEUR per gli ornamenti lungo il Corso Trieste e per la composizione offerta nella Santa Messa. L’appuntamento è per il prossimo anno con altrettante iniziative in onore del nostro Santo Patrono.

Come non evidenziare infine la presenza a Marino della Banda Musicale del Corpo della Gendarmeria Vaticana? 65 musicisti diretti dal M° Giuseppe Cimini e dal Vice M° Stefano Iannilli hanno riempito il Sagrato della Basilica e, intonando l’Inno Pontificio, come da tradizione, hanno dato il via ad un Concerto accattivante e coinvolgente che si è chiuso con l’Inno di Mameli rigorosamente suonato in piedi.

La banda è stata salutata ufficialmente dal Presidente del Consiglio Comunale Sante Gabriele Narcisi in apertura e dalle Assessore Paola Tiberi e Ada Santamaita con un omaggio finale a ricordo dell’importante presenza nella nostra città, consegnato nelle mani del coordinatore dell’ensemble comm. Giuseppe D’Amico, con l’auspicio di replicare in futuro altri eventi musicali.

Fonte: Comune di Marino 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*