Frascati, La Giunta dedica al Prof. Carlo Del Vescovo la Biblioteca Comunale

Su proposta dell’Assessore alla Cultura Emanuela Bruni, l’Amministrazione con Delibera di Giunta n. 135 del 17 Luglio 2019 ha intitolato la Biblioteca Comunale di via Matteotti al prof. Carlo Del Vescovo, linguista, pedagogo, educatore e figura culturale di spicco, deceduto lo scorso 28 marzo. In precedenza, la proposta era stata approvata in Commissione Affari Istituzionali con voto unanime.
Con questa intitolazione intendiamo contribuire a creare nelle giovani generazioni sentimenti di maggiore attenzione verso l’identità e la storia di Frascati – dichiara l’Assessore alla Cultura Emanuela Bruni -. La Biblioteca Comunale ristrutturata e trasferita nel 2004 in via Matteotti, dopo importanti lavori di ristrutturazione, fino ad oggi non era ancora stata intitolata e la scelta del Prof. Carlo Del Vescovo vuole rendere omaggio ad una personalità che ha dedicato la vita alla diffusione della cultura, fondando nel 1953 la Biblioteca Comunale di Frascati e attivandosi fattivamente fino a fondare negli anni ‘90 il Gruppo Esperantista Tuscolano.
Carlo Del Vescovo era una persona sempre disponibile, aperta, solare. Si è dedicato per tutta la sua vita, in modo infaticabile, a far crescere e diffondere la cultura a Frascati, con l’incrollabile convinzione che gli studi umanistici fossero fondamentali e necessari per creare una società migliore, più giusta e rispettosa delle differenze – dichiara il Sindaco di Frascati Roberto Mastrosanti -. La sua voglia di dialogo emerge nell’impegno di voler divulgare l’Esperanto, una lingua ritenuta in grado di far comunicare tutti i popoli tra loro. Per questo abbiamo ritenuto giusto e doveroso dedicargli la Biblioteca Comunale, che aveva contributo a far crescere nel tempo.
Nato a Frascati il 21 novembre 1923 e deceduto il 28 marzo 2019, sin da giovanissimo si è distinto nell’attività formativa dei giovani. Dopo aver conseguito brillantemente gli studi universitari tra l’Orientale di Napoli e La Sapienza di Roma nelle tre discipline di letteratura, pedagogia e lingue, intraprende negli anni Cinquanta l’attività didattica, concentrandosi sull’educazione infantile. Negli anni Sessanta si attiva per l’istituzione a Frascati del Liceo Classico Statale “Ugo Foscolo”.
La sua attività didattica è proseguita per circa cinquanta anni, coronata da riconoscimenti anche ufficiali come quello del Provveditore agli Studi che lo incarica di occuparsi della formazione del nuovo corpo docente. Negli ultimi anni della sua carriera, passa ufficialmente all’insegnamento delle lingue straniere nelle scuole, affrontando da linguista la questione dell’apprendimento con un approccio diretto a stretto contatto con i giovani. Da ultimo negli anni 90 si dedica allo studio dell’Esperanto, formando un gruppo di persone che ogni settimana seguivano i suoi corsi nella Biblioteca Comunale.libro aldo onorati
Carlo De Vescovo ha costituito il primo nucleo della Biblioteca Comunale di Frascati nei locali dell’ex Seminario, uno dei luoghi simbolo della cultura e allo stesso tempo della devastazione bellica della Città. Il primo nucleo sorse dove prima era custodita la preziosissima biblioteca eboracense (fondata nel XVIII secolo dal Cardinale Duca di York). L’impegno di Carlo Del Vescovo iniziò dal recupero di alcuni fondi dell’ex Eboracense che venne poi ampliata negli anni cambiando sede e trasferendosi negli spazi comunali. Carlo Del Vescovo ne divenne il primo Direttore.
Fonte: Ufficio stampa del Comune di Frascati 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*