Montecompatri, Il primo test per il gruppo di Nardi

E’ ufficialmente cominciata la nuova stagione dell’Atletico Montecompatri in Seconda categoria. Da lunedì la squadra castellana, reduce dal play off di Terza categoria (e dal successivo ripescaggio estivo), ha ripreso gli allenamenti agli ordini del confermatissimo Daniele Nardi. Pochi i volti nuovi perché l’Atletico Montecompatri crede fortemente nelle qualità tecniche e caratteriali dei ragazzi che componevano l’organico della scorsa stagione.

Obiettivi stagionali? Cercheremo di stare nella prima metà della classifica – dice Nardi – D’altronde all’inizio dello scorso campionato avevamo dichiarato che avremmo provato a scalare due categorie nel giro di tre stagioni. La prima “promozione” è arrivata subito, ora entro due anni vorremmo fare un altro salto.

L’Atletico Montecompatri, che è sempre nell’orbita dell’Atletico Lodigiani (società che in estate ha acquisito il titolo di Eccellenza e che continua a disporre pure del centro sportivo “Francesca Gianni” di San Basilio a Roma), ha già messo a punto un fitto programma di amichevoli pre-campionato che prenderà il via già da domenica prossima. “Domenica alle ore 18 affronteremo in casa il Real Valle Martella, che sta facendo la preparazione qui a Monte Compatri e che è una formazione di pari categoria. A seguire avremo i match dell’11 settembre contro il Lunghezza, del 15 settembre contro il Città di Monteporzio, del 18 settembre contro il Real Marino, del 22 settembre contro la Lucky Junior, del 29 contro il Real Rocca di Papa e del 2 ottobre contro la Nuova Lunghezza. Quest’ultimo test, però, dipenderà anche dalla data di inizio del nuovo campionato che al momento non è ufficiale. In ogni caso abbiamo scelto di effettuare un corposo numero di amichevoli perché siamo convinti di poter trovare più facilmente in questo modo il giusto ritmo partita” spiega Nardi che poi parla del “salto” dalla Terza alla Seconda.nardi prep (4)

Sono convinto che non ci sia questo grande dislivello, d’altronde tante squadre del nostro girone sono state ripescate e magari le troveremo nel nuovo raggruppamento di quest’anno. La qualità media di questi campionati è cresciuta nel tempo perché tanti ottimi elementi scelgono di scendere di categoria per motivi di lavoro e per “promesse non rispettate”, quindi ci aspettiamo di trovare un livello tecnico sicuramente buono.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*