Football Club Frascati, Parla capitan Brunetti

Il conto alla rovescia sta per terminare. Sabato la Seconda categoria del Football Club Frascati (che per la prima volta nella sua storia conterà su una prima squadra) debutterà in campionato e lo farà ospitando l’Atletico Montecompatri.

Le prime due partite saranno molto importanti perché possono regalare entusiasmo – dice il centrocampista classe 1979 Emiliano Brunetti, grosso “colpo di mercato” della dirigenza tuscolana – Conosciamo abbastanza l’Atletico Montecompatri e sappiamo che si tratta di una buona squadra, poi a seguire avremo subito una trasferta tosta col Città di Fiuggi: dobbiamo farci trovare pronti.

L’esperto centrocampista è stato insignito della fascia di capitano.

Un riconoscimento che mi ha fatto piacere, d’altronde con mister Mauro Fioranelli ci conosciamo da tempo e poi sono tra i più grandi di un gruppo che mediamente è molto giovane.

Nell’ultima amichevole il Football Club Frascati ha impattato 1-1 contro la Prima categoria del Casilina.

Un buon test che ho dovuto saltare per un problemino muscolare che spero non mi condizioni per la prima di campionato – sottolinea Brunetti – Comunque il mister ha fatto alcuni esperimenti in difesa visto che per la prima di campionato dovremo rinunciare a qualche elemento. Abbiamo subito lo svantaggio nella fase iniziale, ma poi abbiamo quasi sempre fatto la partita trovando il pareggio con Giorgilli.

Brunetti, che aveva intrapreso la carriera di allenatore, riprenderà a giocare gare ufficiali a distanza di due anni, anche se fisicamente è in forma perfetta ed è molto più “asciutto” di gente più giovane di lui.

Mi è sempre piaciuto allenarmi coi ragazzi, ora devo solo trovare il ritmo partita. Il ruolo? Negli ultimi anni mi sono sempre adattato a qualsiasi posizione: deciderà il mister, secondo il quale devo giocare nel mio ruolo originario, quello di centrocampista.

Brunetti rimane prudente sulle prospettive del Football Club Frascati.brunetti emi fc frascati (Media)

Non ho mai fatto la Seconda categoria, ma ne ho parlato con mio fratello Maurizio che ci gioca da un po’ e che mi ha spiegato che a questo livello conta soprattutto la maniera in cui una squadra si riesce a calare nella categoria. Questo è un gruppo totalmente nuovo, molto giovane e tecnicamente dotato con alcuni ragazzi sprecati per la Seconda categoria, ma dobbiamo vedere quale sarà l’impatto della squadra con il campionato.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*