Rocca Priora, Fortini ferma la capolista Torrenova

La Promozione del Rocca Priora non smette di sorprendere. La formazione di mister Paolo Lunardini ha impattato 1-1 contro l’Atletico Torrenova, fino a ieri capolista solitaria del girone D. A fissare il risultato finale è stato un guizzo allo scadere dell’esterno offensivo classe 2001 Daniele Fortini, al primo gol assoluto della carriera in prima squadra.

E’ stata una grossa gioia che voglio dedicare alla famiglia e alla mia ragazza Rebecca che mi segue sempre, ma che ieri non è potuta essere presente – dice il giovane esterno arrivato in estate dallo Sporting Genzano con cui ha giocato in Eccellenza – Un pareggio meritatissimo perché l’Atletico Torrenova, che ha allestito una squadra per tentare di salire in Eccellenza, ha creato poco e ha sbloccato il risultato attorno alla mezzora del primo tempo solamente su calcio di rigore.

Noi già nella prima frazione avevamo avuto due ottime possibilità con Francesco Lunardini e poi un’altra in avvio di ripresa con Testa. Nel secondo tempo abbiamo giocato davvero un’ottima partita e alla fine ho raccolto un tiro-cross di Bacchi e ho segnato un gol molto pesante.

Il Rocca Priora ha cominciato questa stagione da neopromossa in una maniera impronosticabile…

Eravamo fiduciosi di poter far bene, ma probabilmente nemmeno noi ci aspettavamo di conquistare 12 punti nelle prime otto partite e di poter fare così bene, giocandocela a viso aperto con tutti. Ora, però, dobbiamo continuare a lavorare duramente perché la stagione è lunga.

Fortini si proietta già ai prossimi impegni del Rocca Priora, in una settimana che è sicuramente fitta di appuntamenti:

Mercoledì giocheremo ancora in casa per il ritorno dei trentaduesimi di Coppa Italia e affronteremo l’Atletico Morena che all’andata ci ha battuto 3-1. Proveremo a rimontare anche se non sarà facile. Domenica prossima, invece, il calendario ci riserverà il derby sul campo della Lupa Frascati, altra compagine di grande spessore. Ma noi stiamo dimostrando di poter dare fastidio a tutti e vogliamo continuare in questa maniera

conclude Fortini.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*