Ssd Colonna, L’elogio di Randolfi: “Questo club sa fare calcio”

Quattro punti nelle prime due partite per l’Under 19 provinciale del Colonna. La formazione di mister Claudio Randolfi, dopo il vittorioso esordio interno contro il Consalvo (sconfitto 3-0), ha impattato per 1-1 nello scorso fine settimana sul campo dello Sporting San Cesareo. Un derby non fortunato con il Colonna spesso proiettato all’attacco a cui è mancata la stoccata decisiva dopo aver ottenuto il gol del pari con Calabrò.

Il primo tempo è finito 0-0 ed è stato piuttosto equilibrato – racconta Randolfi – Noi abbiamo avuto più predominio territoriale e forse i padroni di casa hanno avuto qualche occasione in più, tra cui anche una traversa. Nella ripresa siamo andati inizialmente sotto, ma i ragazzi hanno saputo reagire e a venti minuti dalla fine hanno trovato il pari. Poi nel finale ci sono stati due salvataggi sulla linea da parte dello Sporting San Cesareo, che ha giocato una partita difensiva e alla fine ha portato a casa un punto.

Randolfi, tornato al “Pera” per la prima volta da avversario dopo la lunga parentesi da allenatore del “vecchio”  San Cesareo, spende parole importanti per la sua nuova società:

Sono arrivato in estate dopo l’esperienza all’Atletico Zagarolo e devo dire che ho trovato un club organizzatissimo che sa fare calcio. Al di là delle categorie di appartenenza delle squadre del settore giovanile, è una realtà importante ed è composta da tanta gente competente.

I suoi ragazzi, intanto, preparano il match del prossimo turno con il Real Velletri:under 19 prov colonna cerchio rj (3)

Hanno perso le prime due partite, ma questo non vuol dire nulla perché ogni gara è una storia a parte. Dovremo scendere in campo con la massima concentrazione perché in palio ci sono sempre tre punti e se riuscissimo a conquistarli potremmo migliorare ancora la nostra classifica anche se questo è un gruppo composto per la quasi totalità da ragazzi nati nel 2002. Questo vuol dire che il prossimo anno potranno ancora giocare nell’Under 19 e che il progetto, dunque, è a più ampio raggio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*