Frascati Sporting Village, I ragazzi del salvamento protagonisti ad Eindhoven e agli Assoluti

Sono stati giorni davvero intensi per i ragazzi del settore salvamento che si allenano al Frascati Sporting Village agli ordini del responsabile tecnico Franco Fanella. Prima il prestigioso appuntamento internazionale della “Orange Cup” che si è tenuta il 30 novembre e l’1 dicembre ad Eindhoven (in Olanda), poi quello dello scorso week-end a Milano dove si sono disputati gli Assoluti invernali. In tutti i casi la risposta degli atleti seguiti da Fanella è stata più che positiva come sottolinea lo stesso responsabile tecnico:

Quella in Olanda era di fatto la nostra prima vera uscita stagionale, considerato che avevamo fatto una gara al Foro Italico lo scorso 24 novembre, ma era stata concentrata in una mezza giornata e quindi aveva avuto delle dinamiche particolari.

Alla “Orange Cup” erano presenti atleti provenienti da tutto il mondo e per molti dei nostri ragazzi è stata la prima esperienza internazionale, ma praticamente tutti hanno chiuso entro i primi dieci posti. Siamo andati con sei ragazze (Gioia Mazzi, Sofia Pezza, Sara Dell’Ospedale, Melissa Mura Cittadini e Giulia Simoni che hanno gareggiato nella categoria giovanile che comprendeva atleti fino ai 18 anni di età compiuti, e Gaia Bacile nella categoria Open riservata ai “grandi”, ndr) e cinque ragazzi (Cristian Bacile, Giacomo Silva, Roberto Chiavacci e Mirko Mattioli nella categoria giovanile, Flavio Feliciangeli in quella Open, ndr). Il miglior risultato lo ha ottenuto Cristian Bacile che ha conquistato una medaglia d’argento nella specialità dei 100 metri percorso misto e un bronzo in quella dei 200 superlife. Molto bene anche Gioia Mazzi che ha mancato il podio per pochi decimi nella specialità dei 200 ostacoli.

Poi c’è stata la prova dello scorso fine settimana a Milano, riservata alla sola categoria Open: in terra lombarda sono venuti cinque ragazzi già presenti in Olanda, vale a dire Feliciangeli, i fratelli Bacile, la Simoni e la Pezza e assieme a loro c’erano anche Alessandro Bassani, Matteo Pennesi e Gianmarco Ippoliti. Quest’ultimo ha ottenuto un ottimo decimo posto nei 50 pinne, arrivando però a soli cinque decimi dal podio in una gara molto tirata. Va sottolineato che il numero dei partecipanti nelle gare di salvamento sta salendo in maniera costante e che il livello tecnico è sempre più alto”. Fanella conclude con un auspicio che in realtà è anche un obiettivo per la seconda parte di stagione: “Ai campionati italiani primaverili programmati per maggio vorremmo portare più di dodici atleti: alcuni dei nostri ragazzi sono a “ridosso” del tempo di qualificazione e speriamo possano farcela.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*