“Custode”, il nuovo romanzo fantasy ambientato ai Castelli Romani

Scrivere è sempre un atto di coraggio. E gli intrepidi, si sa, in Italia non mancano. Fortunatamente qualcuno abita anche dalle nostre parti. Se siete orfani di Twilight, di Buffy e di altre saghe come queste, Custode certamente fa per voi. Interamente ambientato ai Castelli Romani, Custode, romanzo di Natalia Martone, sta catturando il pubblico (la media di lettura è di due giorni!) e lo fa percorrendo i nostri paesaggi più belli. Il genere fantasy da quel tocco di magia e mistero che più presto fanno trascorrere queste lunghe e fredde giornate d’inverno. Disponibile in versione cartacea e in ebook, Custode è disponibile per ora sulla piattaforma Amazon, cercando Custode di Natalia Martone. Tutte le info su FB @cusoderomanzo e il book trailer su YouTube sul canale dell’autrice. "Custode", il nuovo romanzo fantasy ambientato ai Castelli Romani

Scorrevole e piacevole, questa è la sinossi di Custode: Elèna è una brava studentessa e una figlia modello, la Perfettini della situazione, come la definisce suo fratello Federico. La sua vita scorre tranquilla, anche se gli incubi ultimamente non le danno tregua. Ma lei non si preoccupa, non troppo, così come non dà peso alle brutali aggressioni che stanno scuotendo la tranquillità della piccola città in cui vive. La rattrista di più l’assenza del suo migliore amico Alessandro, trasferitosi a Milano all’inizio del semestre.

Tutto cambia un giorno qualsiasi di fine gennaio, quando l’intenso sguardo del nuovo arrivato Andrea, sfonda le sue difese e la travolge come un treno in corsa. Lui nasconde un segreto terribile, Elèna lo capisce subito, ma non le importa. Quello che ignora, però, è che questo segreto indirettamente la riguarda e cambierà per sempre il corso della sua esistenza… Amore, amicizia, famiglia e perfino la morte: il mondo che Elèna credeva di conoscere, di aver addomesticato, ogni sua certezza, scricchiola sotto i passi pesanti del destino che incombe e quando ormai tutto sembra stabilito, le cose cambiano ancora imponendo nuove scelte… ma saranno quelle giuste?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*