Basket, Ssd Colonna, Ranelletti: “Soddisfatti della crescita del nostro gruppo Under 12”

Piccoli cestisti crescono. E lo fanno in un ambiente sereno come quello della Ssd Colonna il cui settore basket è sempre affidato all’esperienza di Giuseppe Tufano.

Quest’anno la “base” è rappresentata dal gruppo dell’Under 12 (a cui si è aggiunto qualche bambino del minibasket) che sta facendo il suo percorso come testimonia coach Tommaso Ranelletti:

Questo è un gruppo che, per la maggior parte, portiamo avanti dalla scorsa stagione. Ci sono dei ragazzi abbastanza validi che ovviamente hanno ancora dei margini di crescita importanti e che non lesinano impegno per cercare di migliorare.

Assieme a loro ci sono alcuni nuovi elementi che sono alle prime esperienze nel mondo della pallacanestro e quindi assieme a Giuseppe Tufano abbiamo cercato di “differenziare” un po’ gli allenamenti per dare la possibilità a tutti di continuare il giusto tipo di discorso tecnico. Comunque abbiamo scelto di far giocare questo gruppo in un campionato Under 12 Uisp anche per cominciare a farlo “confrontare” con altri di pari età in un torneo ufficiale che prevede la presenza di un arbitro. A livello di risultati sapevamo di dover “soffrire” un po’, ma ci stiamo concentrando sui miglioramenti dei nostri ragazzi e da quel punto di vista siamo sicuramente soddisfatti anche se è evidente che la loro crescita tecnica sia ancora da completare.

Nella seconda fase della stagione potremmo aggiungere all’impegno del campionato qualche amichevole con squadre che sono più alla portata rispetto a quelle che incrociamo nella competizione ufficiale, poi l’anno prossimo molti di loro passeranno nella categoria Under 13”. Ranelletti parla con soddisfazione anche di altri aspetti riguardanti il suo gruppo:

Dal punto di vista caratteriale, sono ragazzi abbastanza gestibili. Alcuni sono più “vivaci”, ma tutto rientra nella norma. E non ci possiamo lamentare nemmeno della loro presenza agli allenamenti che è costante: ci sono tutte le condizioni per poter imparare in fretta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*