Velletri, Droga a domicilio ai Castelli Romani: undici arresti

I Carabinieri della Compagnia di Velletri,  supportati nella fase esecutiva da quello del Gruppo di Frascati, dal Nucleo CC Cinofili di “Santa Maria di Galeria”, dal Nucleo Elicotteri CC di Pratica di Mare, hanno dato esecuzione un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal GIP presso il Tribunale di Velletri su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di 11 indagati ritenuti responsabili, a vario titolo, di spaccio/ detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il provvedimento trae origine da un’indagine diretta dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Velletri, condotta dai militari dell’Arma nell’arco temporale aprile/ dicembre 2019, che ha consentito di:

–        ricostruire l’organigramma e l’attività svolta da un sodalizio dedito allo spaccio di stupefacenti prevalentemente nell’area di Velletri, Genzano di Roma, Nemi. In particolare, è stato dimostrato che gli spacciatori, per passare inosservati, avevano adottato una serie di precauzioni, con specifico riferimento al ricorso ad un codice cifrato nelle comunicazioni con gli assuntori (in cui al droga veniva definita “caffè”, “aperitivo”, “bacetto”, “pizza”, “fiori per la fidanzata”, “camicia”) e all’utilizzo di metodi di “consegna volante”, in base al quale lo stupefacente veniva consegnato in orari e luoghi sempre differenti, di volta in volta concordati con i singoli “clienti”;

–        trarre in arresto in flagranza di reato complessivi nove soggetti a riscontro dell’attività tecnica;

–        recuperare complessivi 400 gr di sostanza stupefacente;arrestato 23enne straniero

–        documentare circa 60 episodi giornalieri di spaccio di stupefacente, in particolare cocaina, per un volume di affari del sodalizio oscillante tra i 2.500,00 ed i 3.000,00 Euro quotidiani;

–        sequestrare Euro 12.000,00 in contanti, provento dell’illecita attività di spaccio;

–        segnalare all’autorità Prefettizia di Roma complessivi 87 acquirenti.

Fonte: Legione Carabinieri Lazio

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*