Marino, Palozzi di Cambiamo: “Da sindaco Colizza gestione fallimentare per l’emergenza Covid”

Reputiamo assolutamente insufficienti, per non dire fallimentari, i provvedimenti messi in campo dal sindaco di Marino, Carlo Colizza, in queste settimane di emergenza Coronavirus. Nonostante il primo cittadino sia autorità sanitaria locale, abbiamo assistito a politiche di contenimento del contagio deboli e precarie.

Dagli scarsi controlli sul territorio, alla strampalata ordinanza sulla alternanza alfabetica per l’accesso alle strutture di vendita: sono davvero numerose le carenze dell’azione istituzionale di Palazzo Colonna. In questo contesto, poi, desta particolare preoccupazione, l’azione – a nostro giudizio, tardiva – della amministrazione comunale nella gestione del focolaio presso la clinica Villa Nina di Frattocchie: come è potuto accadere tutto questo? Quali procedure preventive e di sicurezza ha preso il sindaco al fine di tutelare pazienti e operatori della struttura? Tante le domande che hanno bisogno di immediata risposta.

Quello che è certo, purtroppo, è che Marino risulta tra le città dell’area metropolitana di Roma con più casi di Coronavirus registrati. La dimostrazione che la ricetta di Colizza, tutta bollettini e social network, non basta a contrastare la pandemia in atto. Invece di inserire inutili post Facebook e mandare messaggi WhatsApp dal mero sapore elettorale, dunque il sindaco “speaker” si mettesse a lavorare sul serio, monitorando il territorio con azioni più incisive, concrete e realmente tese a tutelare la salute dei cittadini di Marino. In caso contrario, farebbe più bella figura a fare le valige e andare a casa.Da FI a Cambiamo

Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio di “Cambiamo” ed ex sindaco di Marino, Adriano Palozzi.

1 Comment

  1. Detto da Palozzi, che ha svergognato la nostra Città in tutta Italia, propinandoci il suo delfino, tradotto nelle patrie galere, è una vera barzelletta.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*