Football Club Frascati, il direttore generale Di Carlo: “L’agonistica? Un bilancio soddisfacente”

Giugno è tempo di bilanci per le società sportive e in special modo calcistiche. L’emergenza Coronavirus ha “mozzato” i campionati, ma comunque la stagione del Football Club Frascati è stata positiva. Ne è convinto il direttore generale Gianfranco Di Carlo, protagonista lunedì scorso di una bella diretta sulla pagina Facebook ufficiale della società assieme a grandi protagonisti del mondo del calcio professionistico (il responsabile della Scuola calcio dell’As Roma Mirko Manfrè e il preparatore dei portieri della Scuola calcio giallorossa Sandro Pastori, ma anche il presidente dell’Albalonga Bruno Camerini e l’ex bomber Alessandro Bucri, oltre al preparatore dei portieri del Football Club Frascati Francesco Carosi):

Partendo dal presupposto che si può sempre fare meglio, devo dire che siamo soddisfatti del comportamento delle nostre squadre giovanili agonistiche. E’ chiaro che per dare un giudizio i mesi di marzo, aprile e maggio rappresentavano quelli del rush finale, ma siamo contenti di aver visto un forte attaccamento dei ragazzi alla nostra società e una notevole compattezza dei vari gruppi. Anche la prima squadra, che ha militato per la prima volta in Seconda categoria dominando il campionato dall’inizio alla fine, è in attesa dell’ufficialità della promozione al torneo superiore.

Tra gli aspetti molto positivi di questa stagione del Football Club Frascati c’è indubbiamente l’affiliazione con l’As Roma, aspetto a cui il direttore generale ha lavorato molto assieme ai co-presidenti Stefano Lopapa e Claudio Laureti e al responsabile della Scuola calcio Lorenzo Marcelli. “Un rapporto molto costruttivo. Come da promesse di Bruno Conti, l’As Roma ci ha dimostrato una costante vicinanza: sono state organizzate riunioni nei centri sportivi del club giallorosso e alcune visite dei tecnici romanisti sia all’Otto Settembre che nel nostro “polo Morena” dei Colli Tuscolani.

I nostri bambini hanno avuto la possibilità di assistere ad alcune partite di serie A allo stadio “Olimpico” e ci sono state altre iniziative interessanti. Insomma è stata una collaborazione molto concreta a differenza di altre che spesso sono solo di facciata: nei prossimi giorni valuteremo se ci saranno le condizioni per portarla avanti e da parte nostra c’è tutta la volontà di proseguire”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*