Inquinamento, ecco le nuove disposizioni deliberate dalla Giunta di Ciampino

La Giunta comunale ha deliberato recentemente delle prescrizioni operative finalizzate alla riduzione dell’inquinamento dell’aria, in attuazione delle disposizioni imposte dalla Regione Lazio, contenute nell’D.G.R.L. 536/2016.

ciampino ambiente inquinamento giuntaCiampino è stato inserito insieme ad altri 90 comuni della Regione nella fascia con un più alto valore di emissioni inquinanti – ha dichiarato il Sindaco di Ciampino, Giovanni Terzulli – ma è giusto ricordare che la nostra Città è anche una delle poche dell’area metropolitana ad utilizzare una centralina di monitoraggio che ha comunque evidenziato un’inversione di tendenza rispetto agli anni precedenti, che vanno dal 2007 al 2012. Nel 2013 e nel 2014 non ci sono stati sforamenti, ad eccezione del 2015. Lo scorso anno, invece, abbiamo raggiunto il numero limite previsto dalla Legge. Detto ciò, le misure che adotteremo saranno oggetto di un confronto con la Regione, che inizierà il 15 marzo p.v., nel quale chiederemo di tener conto anche delle questioni relative ad altre fonti inquinanti, quali aeroporto e campo nomadi”.

Al fine di migliorare la qualità dell’aria della nostra Città, – ha aggiunto l’Assessore all’Ambiente, Massimo Balmasrecependo quanto prescritto dalla Regione, abbiamo previsto per il prossimo inverno, tra l’altro, le targhe alterne per i veicoli più inquinanti e quattro domeniche ecologiche. Sappiamo che le misure a cui ci obbliga la Regione e che abbiamo oggi deliberato sono restrittive nonchè limitative, ma siamo certi che i concittadini collaboreranno come sempre per un fine comune, quello della salute della comunità, che va a beneficio di tutti, perchè riguarda noi oggi ma soprattutto le future generazioni. Tra le novità previste – ha concluso l’Assessore Balmas – il divieto di circolazione nella fascia verde per tutti i veicoli merce con peso superiore alle 3,5 tonnellate, mentre per quelli inferiori e di tipologia elettrica, GPL ed Euro5/6, sarà prevista una limitazione a fasce orarie“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*