Fabio Taddei torna sulla questione di Via Sant’Anatolia: “Sono passati 2 anni ed i lavori ancora sono da terminare”

All’apertura avvenuta a marzo 2015, della nuova Via Santa Anatolia, che ha visto la luce con questa amministrazione Servadio ma realizzata con fondi europei su progetto della vecchia Amministrazione Cesaroni, vidi che qualcosa non andava.

VELLETRI TADDEI SANT'ANATOLIAAspettai molti mesi prima di intervenire sulla stampa in attesa che molti lavori rimasti in sospeso venissero terminati ma così non fu ed allora scrissi un articolo supportato da molte foto che ebbe il merito di far terminare all’amministrazione comunale alcuni lavori come: 1) dei cigli stradali da completare; 2) alcune barriere architettoniche per accesso ai marciapiedi eliminate con piccoli accorgimenti; 3) eliminazione di molta immondizia derivante dai lavori lungo la strada e vicino all’asilo di San Giuseppe. Oggi siamo a marzo 2017, cioè a distanza di 2 anni dalla fine “solo teorica” di quei lavori e molte cose sono ancora da fare! Eccole:

A) tutte e tre le rotatorie (su Via Fontana delle Rose, su Via Santa Anatolia, su Via Fontana delle Fosse) sono ancora senza indicazioni stradali, che indichino le direzioni dei paesi limitrofi o qualsiasi altro luogo di Velletri e questo rende impossibile ad un forestiero sapere dove andare e cosa resa nota anche al comandante della Polizia Locale;

B) la tabella di entrata in città recante la scritta “VELLETRI” con le città gemellate, su Via Fontana delle Fosse, nei pressi della nuova rotatoria e della caserma dei Carabinieri, sparita durante i lavori e non più trovata! Il sottoscritto, che nel 2009 come Consigliere Comunale delegato alla Toponomastica le ideò e progettò per le sette entrate principali in città, come le vediamo oggi, ha fornito al Comune (che assurdamente non l’aveva) il disegno per farla ricollocare a spese della ditta esecutrice dei lavori che l’ha stranamente smarrita;

C) la tabella indicante la scuola materna di San Giuseppe, è buttata in terra da allora e li rimasta, senza alcun rispetto per il luogo di istruzione;

D) parte della toponomastica e della numerazione civica (con relativa tabellazione) sono da rifare dato che il tracciato nuovo della strada comprende parte dei numerici civici di Via Santa Anatolia e parte di quelli di Via Fontana delle Fosse;

E) alcuni marciapiedi da completare e privi di pavimentazione.

L’ opera era da consegnare alla città a lavori completati ed invece così non è stato. Come si può lavorare in una maniera così sciatta e senza un controllo che avrebbe evitato questa situazione? Il Comune di Velletri ha ricevuto un finanziamento apposito per questi lavori, perché non vengono terminati? A chi spetta?

Dove erano coloro che avrebbero dovuto controllare e cioè il comandante della Polizia Locale, l’assessore ed il dirigente ai lavori pubblici ed alla viabilità ed il direttore dei lavori e soprattutto il sindaco?

Spero che al più presto si completino i lavori, così da eliminare questo stato di cose che nulla ha a che fare con le cose di uno Stato civile ed europeo, sperando sempre che i soldi ci siano ancora.

Fabio Taddei

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*