F&D H2O, una prova combattuta ma soddisfacente per la categoria under 15 femminile

Domenica 19 marzo le ragazze della F&D H2O hanno portato a casa un’altra vittoria con il risultato finale di 5-1. Nonostante il punteggio, la vittoria non è stata così agevole da raggiungere come si possa pensare: nel primo tempo, concluso con 0-0, le reti di entrambe le squadre sono rimaste inviolate a causa della debolezza dell’attacco. L’azione si sblocca solo nel secondo tempo, durante il quale la F&D H2O riesce a portarsi in vantaggio, riuscendo a concludere il parziale con un punteggio di 1-0; la squadra di casa conferma la propria superiorità nel terzo tempo: la gestione dei cambi e la maggiore concentrazione delle ragazze hanno permesso alla squadra di casa di concludere il terzo tempo con un 3-0. Nel quarto tempo la difesa veliterna, fino ad allora impeccabile, ha avuto un cedimento, permettendo al Latina Pallanuoto di concludere il parziale con 1-1, portando così il risultato finale ad un 5 a 1. Il tecnico, Matteo Calcagni ha cortesemente rilasciato un esaustivo commento sulla prova della F&D H2O:

f&d fortitudo nuoto
Sara Carosi

“Sono molto soddisfatto di come le ragazze, con grinta e determinazione abbiano approcciato alla gara. Si sono aiutate, hanno lottato su ogni pallone portando avanti un gran gioco di squadra. La prova, sul piano difensivo, è stata ottima: abbiamo subito solo un gol nell’ultimo parziale a causa di una disattenzione. La cosa di cui sono maggiormente soddisfatto è che abbiamo lasciato la nostra porta inviolata per ben 11 azioni giocate in inferiorità numerica, cosa che abbiamo provato molto in settimana e che evidentemente ha dato i risultati sperati. Ci sono ancora molti errori da migliorare, soprattutto per quanto riguarda l’attacco; nel complesso però la crescita si vede, il lavoro sta pagando. Sabato prossimo avremo una trasferta ostica ad Anguillara Sabazia contro una pretendente al titolo regionale. In conclusione , devo fare i complimenti a tutta la squadra, in particolare a Carosi, sugli scudi con una tripletta personale.”

Una prova sicuramente tortuosa e faticosa per le ragazze, ma che ha dimostrato come la grinta e la coesione tra le giocatrici siano componenti decisive alla vittoria.

Sara Scifoni

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*